Cultura

Un Mosaico di vita e di.. speranze

 

Doveva essere un evento semplice, normale per salutare la nascita di una nuova pubblicazione dello scrittore e giornalista Goffredo Palmerini  che in tanti gia’ considerano un successo   editoriale . E’ stato invece anche un’occasione di riflessione attenta, profonda, carica di emozioni( e commozione) per salutare la nascita  del Centro Studi e Ricerche “Nino Ruscitti”, un’Associazione  che  ha l’obiettivo attraverso l’impegno culturale  di  aiutare a non dimenticare un giovane professionista scomparso prematuramente nel febbraio del 2020. Bugnara, quindi, si propone come laboratorio di iniziative e aggregazioni  per un impegno preciso che presto  si arricchirà di altri  progetti

 

Bugnara, 19 dicembre– Speranza è la parola chiave volta ad aprire la porta semantica del nuovo libro di Goffredo Palmerini, Mosaico di Voci, presentato ieri sera  a Bugnara in occasione della nascita del Centro Studi e Ricerche “Nino Ruscitti”.

L’associazione germoglia in un terreno florido di affetto e stima per l’avvocato Nino Ruscitti scomparso prematuramente nel febbraio 2020.

La vita è come il Mosaico descritto da Palmerini, un incastro perfetto di tessere. Perfetto sì, giusto non sempre. Dunque, all’interno dell’opera si esperisce per interposta persona la vera essenza dell’emigrazione, quella vera, fatta di una soddisfazione che profuma di lavoro. La realizzazione di un italiano all’estero, la trasmissione dell’amore per la città natía, il bisogno di sentirsi considerati. Questo si respira andando avanti con la lettura, il sapore acre dell’inchiostro misto alla consapevole dolcezza delle storie di vita, ricordo di chi non c’è più ma vive nel segno che ha lasciato su questo mondo, scintille di speranza per un’Italia che si sta liberando dalla morsa del violento virus.

La narrativa, la poesia, il resoconto di quello che è un gomitolo perfetto di fili esistenziali.

Un libro che non manca mai di contenuto, ogni virgola, ogni segno d’interpunzione ha una funzione specifica. Proprio per questo il Centro Studi e Ricerche “Nino Ruscitti” ha scelto di battezzare la propria esperienza culturale con la presentazione del nuovo capolavoro di Goffredo Palmerini, per rendere onore, ad un mosaico di qualità quale era l’avvocato Nino Ruscitti; un figlio, un fratello, uno zio, un amico, un professionista. Una persona rara, come un fiore di montagna che si chiude al sole, Nino Ruscitti non ha mai prepotentemente esposto il suo essere e il suo sapere. Ogni tessera del suo perfetto e ordinato mosaico è stata donata a chiunque abbia avuto l’onore di conoscerlo e che ora è portatore di un immenso contenuto. Un mosaico di valore si trasforma, si evolve, prende vita in altre forme ma non si perderà mai.

“Una stella non si spegne mai e a volte la passione è come una resurrezione -Spiega la Professoressa Liliana Biondi, autrice della Prefazione di Mosaico di Voci- Per un genitore sapere che c’è un’Istituzione è come rivivere i valori che ha trasmesso al figlio. Per l’istituzione è un luogo in cui, citando l’opera di Goffredo Palmerini, un mosaico di voci dà vita a quei sogni e a quei valori. Goffredo riesce a trovare il bello in ogni evento, ne è un portatore. Scrive perché spinto da una scintilla, pone il lettore al primo posto. Ha trasformato il ponte dell’emigrazione in un ponte di comunicazione”.

Presenti all’evento Domenico Taglieri, vicesindaco di Bugnara, che ha espresso l’orgoglio nel condividere con l’avvocato Ruscitti le origini e le radici e Matteo Servilio, cugino nonché Presidente della neonata Associazione.

“Questo volume è un po’ come un annuario -precisa Palmerini – un insieme di resoconti di vita che si somma ai precedenti. C’è una forte affezione di lettori che aspettano ogni anno la pubblicazione di un nuovo volume perché si tratta di una continua crescita di sensibilizzazione rispetto ai temi trattati che tornerò ad approfondire, come tornerò in questa meravigliosa bomboniera da scoprire che è Bugnara”.

Significativo l’intervento di Enea Di Ianni la cui vocazione culturale contribuisce da sempre alla crescita di donne e uomini di ieri, oggi e domani. “Un mosaico di voci ci parla già di collettività, un centro studi e ricerche si prefigge di evolversi, di andare sempre avanti. Abbiamo l’espressione di due età differenti: l’autore di Mosaico di Voci è un già giovane, il Presidente del Circolo, Matteo Servilio, è un giovane. Mi piace perché sono come due strumenti musicali totalmente differenti ma che, in vista di un concerto, si accordano perfettamente, sono due partiture diverse che creano un’unica voce perfetta. Nulla si distrugge e, se c’è la volontà dei nostri cari, basta poco: un segno, un nome, un simbolo, un luogo per vivere nelle emozioni di chi ci ricorda”.

 

Chiara Del Signore

 

( foto di Sara Di Censo)

3 Comments

  1. Ciao Giovanni , non sono riuscito a venire . Purtroppo mi rendo che puoi programmare con calma, incastrare orari e impegni,e poi ,poi gli eventi ti travolgono. Ci tenevo tanto ad essere presente .Sarà per una prossima più importante occasione, organizzata dal Centro Studi Nino Ruscitti . A presto

  2. Gianfranco Giustizieri

    Un caro saluto a Giovanni e un sincero augurio di un ottimo percorso per il Centro Studi Nino Ruscitti.

  3. Reno Berardinelli

    Bellissimo articolo e complimenti sinceri alla sua autrice. Un apprezzamento inoltre ai giovani di Bugnara che hanno promosso questa iniziativa per ricordare la memoria dell’avvocato Ruscitti.Avevo auto modo di apprezzare in Tribunale e fuori questo giovane professionsta,molto preparato, competente e sopratutto umamo Un signore.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.