Giovedi, 21 febbraio 2019

Tribunale: Di Girolamo (M5S) su visita Ministro Bonafede


2019/02/06 10:160 comments
Sulmona,6 febbraio-  “Il Tribunale di Sulmona è virtuoso non solo in termini quantitativi ma anche qualitativi e per questo va salvato e potenziato. Non solo non chiuderà ma vedrà nuove assunzioni. E queste mie non sono parole o promesse, perché lo stiamo già facendo”. Lo ha detto la senatrice sulmonese Gabriella Di Girolamo (M5S) commentando la visita di ieri mattina del Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede al Tribunale di Sulmona.

 “Sono perciò orgogliosa di questo cammino intrapreso con fiducia e che sta dando i frutti sperati. Il riconoscimento dello stesso Presidente del Tribunale – ha aggiunto –  per il lavoro da noi svolto, in stretta collaborazione con lui e con l’Ordine degli Avvocati, al fine di ovviare alla decadenza dei termini della vecchia deroga concessa per il terremoto; il superamento della impossibilità oggettiva di inserire la questione nel Decreto Mille Proroghe; la messa a punto di un dispositivo di legge che mutasse completamente la prospettiva per il salvataggio, spostando la concessione di una proroga da un approccio di emergenza sismica ad un diverso ridisegno della geografica giudiziaria, basato su criteri di peculiarità territoriali e non più di numeri, come ribadito dal Ministro… tutto questo ha fatto sì che oggi il nostro Governo possa realmente metter mano al piano di salvataggio.  Sono altresì felice di sapere che Il Presidente del Tribunale di Sulmona, Giorgio Di Benedetto, si è detto soddisfatto di un colloquio con il Guardasigilli, da lui definito “Persona che ascolta prima di parlare” e “del tutto a conoscenza di ogni dettaglio della questione”.

Tribunale di Sulmona

 

“Fino al 2021- ha concluso-  sarà possibile perciò lavorare non solo per salvare i tribunali di Sulmona, Avezzano, Lanciano e Vasto a rischio di soppressione, in nome del principio della localizzazione, che tenga conto di una realtà territoriale aspra, sia geograficamente che per le emergenze naturali cui è soggetta, ma addirittura per potenziarli. Gli iniziali oltre tremila nuovi posti di assistente amministrativo previsti dal bilancio che saranno distribuiti in Italia, rappresentano un primo, notevole passo in questa direzione”.  (h. 10,00)

 

Leave a Reply


Trackbacks