Sabato, 19 gennaio 2019

Tesori d’Abruzzo: Frattura


2015/05/10 17:160 comments

Frattura 3Scanno, 10 maggio.- L’Abruzzo è terra di fascino, storia, bellezza, cultura, tradizioni secolari realtà meravigliosamente giunte sino ai nostri giorni. I nostri paesi rappresentano un pilastro fondamentale della nostra regione con le loro memorie e una storia che ha avuto fasti incantevoli. Continuiamo il nostro viaggio all’interno dell’Abruzzo ulteriore ed andiamo a scoprire altro gioiello con le sue magnificenze. Ci fermiamo a Frattura, frazione del bellissimo comune di Scanno, borgo antichissimo arroccato sulla montagna in un’atmosfera elargita dalla natura di gran fascino.

Come tutti i paesi anche Frattura ha origini che rimontano al X, XI secolo. Il nome del paese ha dato inizio ad un dibattito ed uno studio attento da parte degli storici al termine del quale si è evinto che il nome Frattura deriverebbe dalla caratteristica della montagna nella quale il borgo è arroccato che ha la peculiarità di essere fratturata, da qui il nome Frattura. Il turista visitandoLa è immerso in un’atmosfera meravigliosa considerando che il tempo sembra essersi fermato elargendo un fascino particolare.

FratturaIl centro storico è mantenuto in maniera splendida. Incantevoli le chiese di San Nicola e dell’Immacolata con i loro particolari architettonici e beni mobili di pregiato valore artistico. Come tutti i feudi le cerimonie religiose non mancano: solenni, suggestive sono i festeggiamenti in onore di S. Nicola, Santo protettore del paese, San Rocco, Sant’Emidio, della Madonna del rosario, con le solenni, secolari processioni per le vie del centro storico.

In Frattura se non erro è possibile visitare anche un importante museo nel quale sono conservati preziosi cimeli che descrivono la storia e le tradizioni di questo meraviglioso paese abruzzese. Con la neve Frattura è anche un incantevole presepe, un quadro d’autore affascinante e suggestivo.

Meraviglioso il costume tradizionale che è simile a quello di Scanno. Da non dimenticare che Frattura è stata nel magnifico mondo del cinema: difatti in Frattura e Scanno nel 1956 si è girato il film dal titolo “uomini e Lupi” del celebre regista Giuseppe de Santis con un cast di attori di eminente professionalità quali Silvana Mangano, Pedro Armendariz, Irene Cefaro, Guido Celano, Euro Teodori, Maria Luisa Rolando,Yves Montand, sol per citarne alcuni.

scannoIl 1956 è ricordato inoltre per le Sue abbondanti nevicate considerate fra le più consistenti di tutti i tempi entrate nella storia durante le quali si girerà il film che ha avuto un successo mondiale. Il paese è tornato ancora nell’incantevole mondo del cinema: difatti in Frattura si sono girate alcune scene del film avente il titolo “Un viaggio chiamato amore” del celebre attore e regista Michele Placido, ricordato da tutti per aver interpretato il personaggio televisivo del commissario di Polizia di Stato Corrado Cattani, nella serie televisiva della RAI dal titolo “la Piovra”, saga che avrà un successo di pubblico mondiale e il Giudice Giovanni Falcone nel film del regista Giuseppe Ferrara, dal titolo “Giovanni Falcone” solo per citarne alcuni. Anche in Frattura nel corso dei secoli hanno signoreggiato eminenti genie che daranno fama e prestigio al borgo fra le quali si annoverano i Sangro, aristocratico lignaggio che signoreggerà anche in Bugnara, Villalago Anversa degli Abruzzi, Sulmona, località nelle quali ha posseduto castelli e palazzi di pregiato valore artistico giunti sin ai nostri giorni; Frattura difatti ha fatto parte per secoli della contea Sangritana.

Altra genia originaria di Frattura è stata quella dei Sauri presenti anche in Sulmona città nella quale hanno posseduto dimore gentilizie di gran bellezza. Da menzionare anche il lignaggio De Tinto anch’esso originario di Frattura che si insedierà in Sulmona, città nella quale gli esponenti del casato hanno ricoperto importanti cariche pubbliche e possiederanno dimore gentilizie incantevoli. Come tutti gli antichi borghi l’arte culinaria non manca e a Frattura possiamo degustare antiche portate che sanno di ottima ospitalità abruzzese forte e gentile come tradizione regionale vuole: primi, secondi a base di carne suina e bovina locale, formaggi, vini, dolci tradizionali il tutto realizzato secondo le antiche ricette abruzzesi tramandate di generazione in generazione. (h. 17,15)
Andrea Pantaleo

Leave a Reply


Trackbacks