Sport

Svolte Popoli 2019,campione il veneto Danny Zardo

 

 Popoli, 12 agosto- Danny Zardo a bordo di una Norma M20 ha vinto la Cronoscalata Svolte di Popoli, la tappa abruzzese del Trofeo Italiano Velocità Montagna, giunta alla 57ª edizione. Il pilota di Treviso ha percorso i 7, 5 km di strada, primeggiando nelle due manches della gara, con un tempo aggregato di 6 minuti, 6 secondi e 83 centesimi, il miglior tempo fatto registrare dal 2016.

A completare il podio, Angelo Marino di Salerno, con un tempo di 6 minuti 16 secondi e 76 centesimi su Lola B99 e l’abruzzese Stefano Di Fulvio con 6 minuti 18 secondi e 30 centesimi su Osella PA30, che si sono classificati rispettivamente al secondo e terzo posto. Finisce in quarta posizione Sergio Farris, sulla sua Osella PA2000 con 6 minuti, 21 secondi e 46 centesimi, seguito dal diciannovenne Luigi Fazzino (6 minuti 34 secondi e 80 centesimi su Osella PA21 JRB) arrivato quinto in classifica.

Per quanto concerne le auto bicilindriche, il miglior tempo è quello ottenuto da Jhonny D’Agostino (9 minuti 18 secondi e 28 centesimi su Fiat 500) che ha superato di oltre 10 secondi Luigi D’Aprea, anche lui su Fiat 500.

La driver più veloce è stata la pugliese Annamaria Fumo che, a bordo di una Peugeot 308 ha raggiunto il traguardo in 7 minuti 48 secondi e 14 centesimi. Tra le donne a gareggiare, anche un’abruzzese, Maria Giulia De Ciantis su Mini Cooper in un tempo di 8 minuti, 26 secondi e 55 centesimi.

La Cronoscalata Svolte di Popoli, organizzata per la prima volta nel 1963, è una delle più antiche in Italia e si percorre su un tragitto di 7,5 km, da Popoli fino al bivio di San Benedetto in Perillis. Il percorso è caratterizzato da parti lente, medio veloci e veloci e nonostante il manto stradale sia attualmente un pò sconnesso e l’asfalto un po’ scivoloso, per il noto speaker Achille Guerrera che ha affermato ” nessuno si aspettava questi crono, tranne io e pochi altri che credevano nella bontà delle nuove coperture” e ha concluso ” a Popoli gli addetti alla pista hanno fatto un grande lavoro, sulla strada ci sono dei punti di osservazione meravigliosi”. Questo appuntamento rappresenta un punto di riferimento nelle corse su strada di montagna anche perché ha avuto come protagonisti dei grandi piloti come Mauro Nesti, Fabio Danti, Denny Zardo, vincitore di questa edizione e Simone Faggioli che nel 2016 si ha battuto il record assoluto in 6 minuti, 8 secondi e 12 centesimi. Oltre alla gara di velocità, l’evento ospita ogni anno una parata di auto storiche che rende la manifestazione fruibile ad un pubblico più ampio.

Manuela Susi

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.