Venerdi, 26 aprile 2019

Sulmona: un vero successo il concerto della Domenica della Palme


2019/04/15 09:330 comments

Sulmona, 15 aprile– Grande successo ieri pomeriggio per il tradizionale concerto della Domenica della Palme avvenuto all’interno della Chiesa della Santissima Annunziata, il quale come sempre è appuntamento atteso tutto l’anno, evento che apre ufficialmente tutti gli appuntamento della settimana santa sulmonese. Ospite d’eccezione è stato il cantautore Beppe Frattaroli, nativo di Bugnara, il quale ha eseguito alcuni brani del suo repertorio. Presente il Vescovo della diocesi di Sulmona Valva monsignor Michele Fusco il quale si è trattenuto con i fedeli per un momento di riflessione. Il coro del venerdì santo del miserere ha intonato i brani del miserere, l’amplius ed il tibi soli composti dal maestro Raffaele Scotti, e  del maestro Giovanni Galli, suscitando nel pubblico presente molta emozione e commozione. I coristi, rigorosamente in abito scuro e papillon, hanno eseguito i brani diretti dal maestro Alessandro Sabatini. Nel corso della cerimonia è stata presentata un’opera realizzata dall’artista Vincenzo Di Primio che consta nel trittico dipinto su legno, quadro che l’artista ha donato all’Arciconfraternita della santissima trinità. Il quadro rappresenta la processione del Cristo morto di Sulmona con alcuni momenti del percorso processionale in alcuni punti della città.

La settimana santa suscita sempre momenti particolari, istanti di riflessioni profonde, emozioni forse finanche difficili da spiegare. Il venerdì santo è il giorno di maggior dolore per l’intera cristianità del mondo, la quale è in profondo raccoglimento e preghiera. Sulmona si prepara a vivere ancora una volta i riti con emozione, attesa, raccoglimento. L’attenzione si sposta ora alla giornata di lunedì santo, a partire dalle ore diciannove, quando nelle due sale delle riunioni dei due Sodalizi cittadini dell’Arciconfraternita della Santissima Trinità, della Confraternita di Santa Maria di Loreto, vi saranno i due sorteggi per far designare alla sorte della fortuna, la dea bendata, coloro che saranno i principali protagonisti della due processioni secolari del Cristo morto del venerdì santo e della Madonna che scappa in piazza la domenica di Pasqua. Molta l’emozione e l’attesa da parte dei trinitari e lauretani la quale dura un anno intero.

I confratelli sacrestani d’onore dei due Sodalizi cittadini, aventi diritto al sorteggio, incroceranno le dita augurandosi che i loro nomi vengano estratti dall’urna. Le mansioni più ambite nella processione del Cristo morto sono la Bara di Gesù, la statua della Madonna addolorata, il tronco, mentre per la processione della Madonna che scappa in piazza la mansione più autorevole è la quadriglia che effettuerà la corsa, con l’altra di scorta, le quadriglie dei santi e del Cristo risorto. Con il trascorrere delle ore in città aumentano emozione ed attesa. Secoli di storia, tradizioni, generazioni di adepti delle due confraternite Sulmonesi, affascinano ed adornano le due congregazioni Sulmonesi, le quali sono e rappresentano il binomio inscindibile di storia, fascino, secolarità della religione cattolica della città di Sulmona. Molti i turisti già presenti in città come sempre accorsi in gran numero per i riti della settimana santa. Il pensiero non può che andar lontano, nei secoli passati, quando la città di Sulmona vantava una posizione di illustre prestigio nel regno cui era insita. Come si è soliti asserire in bocca al lupo ai confratelli trinitari e lauretani per il sorteggio del lunedì santo. La città di Sulmona si prepara a vivere nuove emozioni, nuove affascinanti atmosfere, congiunte indissolubilmente ai suoi riti secolari i quali vedono tornare molti concittadini da ogni parte d’Italia e del mondo.

Andrea Pantaleo

Leave a Reply


Trackbacks