Mercoledi, 17 ottobre 2018

Sulmona: Sbic, no alle bretelline faraoniche


2018/03/10 14:440 comments

Sulmona, 10 marzoRete Ferroviaria Italiana è finalmente venuta a Sulmona per spiegare in cosa dovrebbe consistere la cd bretella ferroviaria di S. Rufina. Sulla questione noi di SBiC diciamo due cose.

La prima: la bretella costa 11 mln di Euro. Sono soldi sprecati. E’ una iniziativa inutile e dannosa. Inutile perché è stata e sarà solo un pezzo di campagna elettorale continua. La Regione Abruzzo ha deciso di spendere quei soldi per accontentare malamente la città dell’Aquila. Un investimento che a detta dei tecnici non dà nessuna certezza di risparmio di tempo. A domanda specifica gli ingegneri hanno detto di non sapere se e quanto risparmio di tempo potrebbe verificarsi. Vengono spesi 11 mln senza sapere perché lo si fa. Undici milioni sprecati, undici milioni di soldi pubblici, di soldi nostri per un danno importante alle aree interne che vedono peggiorare i livelli di servizio.
La seconda: il tema vero è la velocizzazione dei trasporti su ferro tra la costa e l’interno della nostra regione. Per fare questo, occorre rendere più veloce il tratto fra Sulmona e Pescara. Tutte le aree interne se ne gioverebbero. 
In quest’ottica diciamo quindi SI al miglioramento e velocizzazione del tratto Chieti-Pescara e alla elettrificazione della SU-AQ. E inoltre, invece di faraoniche bretelline, opportuno ed essenziale sarebbe pensare al raddoppio del tratto Popoli-Pratola-Sulmona che oltre a giovare a Sulmona e all’Aquila, sarebbe decisivo per l Alto Sangro e per il più importante bacino sciistico dell’Italia centro-meridionale.

Ci piacerebbe insomma che la Politica regionale non si occupasse di trasporto in ottica di campagne elettorali (visti anche i risultati ottenuti), ma che avesse a cuore il sistema regionale e le vite dei cittadini abruzzesi attraverso un confronto diretto e non tardivi incontri con i tecnici. (h. 14,30)

Leave a Reply


Trackbacks