Attualità

Sulmona: presentata l’operazione Vardirex 2020

Sulmona, 22 settembre– Conferenza stampa questo pomeriggio a Sulmona, all’interno della Badia Morronese, per presentare l’operazione Vardirex 2020 maxi operazione di protezione civile. Presenti Luciano Di Martinodirettore f. f. Parco Nazionale della Maiella, il colonnello Mario Bisica responsabile della pubblica informazione della Vardirex, Mauro Casinghini responsabile della protezione civile della Regione Abruzzo, Luciano Sammarone direttore del Parco Nazionale dell’Abruzzo, Lazio, Molise, Lucio Zazzara Presidente del Parco Nazionale della Maiella. Tema centrale è il coordinamento fra Protezione Civile, Parchi Nazionali, Forze Armate, al fine di prevenire e stroncare incendi ed altre calamità nell’interesse, nella tutela dell’ambiente, delle vite umane. La natura, la difesa dell’ambiente, sono ritenute d’importanza fondamentale. Nei giorni che vanno dal ventuno al ventisei settembre nei comuni di Avezzano, Sulmona, Scanno, saranno presenti le Forze Armate per esercitazioni simulate.

 A Scanno avrà luogo un esercitazione per simulare intervento per avvenuto terremoto, al colle delle vacche in località Marane per il recupero di persone. Cinquecento saranno gli uomini impegnati di cui centocinquanta del Battaglione Vicenza, altri centocinquanta del Nono Reggimento alpini l’Aquila, oltre a uomini della Marina Militare sezione antincendio, dell’Aeronautica Militare, con la presenza degli alpini dell’ANA, Associazione Nazionale Alpini del quarto raggruppamento. L’esercito inoltre impiegherà tre elicotteri. L’obiettivo sia delle esercitazioni, sia del coordinamento fra forze armate, parchi nazionali,  protezione civile, consta nel raggiungere la fondamentale cooperazione al fine di prevenire e tutelare i territori. Le superfici boschive vanno protette sia perché forniscono ossigeno, sia per scongiurare il riscaldamento dei suoli. Attentare, danneggiare l’ambiente, significa danneggiare sia la natura, sia la società civile

. Nel corso della conferenza stampa, si è proceduto a proiettare filmati sulle esercitazioni delle Forze Armate, al fine di dimostrare l’importanza della loro presenza, nonché della professionalità militare. Ove l’intervento delle Forze Armate, si ritenesse necessario, esse sono pronte ad intervenire per fornire il loro valido contributo. Nel corso della conferenza stampasi è ricordata la triste e drammatica vicenda dell’incendio del monte Morrone; si è data comunicazione di aver ottenuto fondi per il ripristino dell’area montana distrutta dal terribile incendio: seicentomila euro saranno impiegati per il lavori di rimboschimento ed altri quattrocentomila per le operazioni di messa in sicurezza. Molti gli interventi e le operazioni per il futuro a tutela dell’ambiente, della natura, dello straordinario del patrimonio della nostra nazione. Le nostre gloriose Forze Armate italiane, continuano ad esser protagoniste non soltanto in difficili operazioni militari all’estro, ma anche nella difesa interna dell’Italia, del suo patrimonio boschivo. La tempistica, il coordinamento delle istituzioni, l’unità d’intenti, sono di fondamentale importanza a difesa anche dell’ambiente, con le sue affascinanti realtà, nonché nella gestione delle crisi di emergenza.

Andrea Pantaleo

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.