Cultura

Sulmona: ora la città scommette sui “Luoghi del cuore”

 

Sulmona, 19 maggio- L’amministrazione comunale di Sulmona lancia la campagna per promuovere l’Eremo di San Celestino V come “Luogo del Cuore” Fai 2020 e sostiene il Comitato neonato per raccogliere i voti necessari.  E’ stato questo l’argomento al centro della conferenza stampa che si è tenuta questa mattina, nel rispetto delle norme di sicurezza, nell’aula consiliare del Comune di Sulmona, alla presenza dell’Assessore alla Cultura e Turismo Manuela Cozzi, al Vescovo S.E. Michele Fusco, al capogruppo Fai “Sulmona TreValli”, Franca Leone, al presidente dell’Associazione Celestiniana Giulio Mastrogiuseppe e al vicepresidente della Dmc “Terre d’Amore” Mariadora Santacroce.

L’occasione è stata data dalla ricorrenza della giornata odierna del 724° anniversario della morte di San Celestino V.   Da qualche giorno, grazie ad alcune associazioni locali e allo stimolo del Gruppo FAI “Sulmona – Tre Valli”, l’Eremo di Celestino V sul Morrone, è stato inserito tra i siti candidati a diventare “Luoghi del Cuore” 2020 in occasione del censimento biennale promosso dal Fondo Ambiente Italiano, teso a far emergere l’immenso patrimonio di luoghi, edifici, borghi che costituiscono la ricchezza meno nota ma più consistente e significativa dell’intero Paese.  La candidatura, partita con grande entusiasmo sta registrando un impegno corale sia da parte di singoli cittadini, sia da parte di organizzazioni di varia natura.

Fra i promotori: Comune di Sulmona, Diocesi Sulmona-Valva, DMC “Terre d’Amore”, Movimento Celestiniano L’Aquila, Fondazione per la Pace L’Aquila, Associazione Celestiniana Sulmona, Archeoclub d’Italia-Sulmona, Associazione Sentiero della Libertà, Gruppo FAI Sulmona-Tre Valli, Associazione Giostra Cavalleresca Sulmona, Rotary Club Sulmona, Associazione “Una fondazione per il Morrone”, Associazione “Volontari delle Frazioni”, Università della Libera età di Sulmona, è stato costituito un Comitato, come contemplato dal F.A.I.  nel Regolamento del Censimento “I luoghi del cuore” 2020.

 Considerato l’alto valore spirituale e religioso dell’Eremo i promotori hanno condiviso che sia S.E. Mons. Fusco a presiedere il Comitato.“L’iniziativa, nata con spirito autenticamente collettivo” hanno spiegato i promotori dell’iniziativa “intende cogliere questa occasione per inaugurare una ripartenza e una azione di rilancio dell’intero territorio dopo l’emergenza COVID19 attraverso uno dei simboli che meglio identificano le tradizioni e l’appartenenza delle comunità locali. Per la sua collocazione l’Eremo rientrerà anche nella Classifica speciale “Italia sopra i 600 metri” con l’obiettivo di promuovere la tutela e valorizzazione delle aree interne montane, rappresentandone un significativo elemento di identità, oltre a custodire importanti patrimoni naturali e culturali in contesti di maggiore vulnerabilità. Il comitato è aperto a qualsiasi associazione, gruppo o ente che intenda contribuire o voglia mettere a disposizione la propria rete di contatti e relazioni nel tentativo di cogliere il successo che tutti auspichiamo”. (h.16,00)

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.