Politica

Jamm’ mo’, “Il nostro è un centro storico inimitabile e di elevato valore”

Così l’Associazione sulmonese sul problema della pedonalizzazione  che divide, ed appassiona, tanta gente e che piace  soprattutto ai turisti.Una scelta  ‘storica’ dopo anni di  tentennamenti e strumentalizzazioni politiche che certamente puo’ essere perfettibile ma che sicuramente va considerata come la prima mossa per una città che vuole tornare ad investire in cultura, turismo,tutela ambientale, difesa del bene comune. Un discorso lungo e a tratti complesso  che deve vedere tutti protagonisti  per costruire una città migliore e sicuramente piu’ bella. E

 

 Sulmona,18 luglio- Ci giungono da più parti richieste – fanno sapere i componenti del Direttivo dell’Associazione di promozione sociale peligna  “Jamm mo”- di esprimere un parere riguardo alla gestione del traffico nel centro storico ed in merito alle determinazioni dell’ amministrazione comunale in relazione al tema della pedonalizzazione. Da tempo la nostra associazione sta stimolando una profonda riflessione sull’argomento interpellando, attraverso iniziative di confronto, i vari portatori di interesse. Il momento di particolare difficoltà che stiamo affrontando come comunità ci spinge a declinare le esigenze di tutti con grande responsabilità e con la consapevolezza che un cambio di passo sia necessario e doveroso.

 Per tale motivo plaudiamo– ci tengono a precisare i componenti dell’APS sulmonese- alla nascita dell’area pedonale urbana quale pilastro sul quale costruire un nuovo futuro invitando la cittadinanza a fare un’analisi profonda sul tema.Innanzitutto sull’approccio. L’obiettivo di tutti i portatori di interesse non è quello di svuotare il centro storico dalle macchine quanto quello di fare in modo che il nucleo storico cittadino si riempia di persone. Il centro storico deve diventare un luogo di creazione ed amplificazione del valore attraverso una gestione ordinata sia della parte materiale delle infrastrutture che degli aspetti immateriali, di promozione e crescita.

 È necessario, quindi, un cambio di approccio evitando la sterile diatriba tra chi è pro o contro il traffico veicolare e, collaborando insieme, sviluppare una proattività che porti ad affrontare le problematiche con pragmatismo e determinazione.La nostra visione contiene la consapevolezza che il centro storico e gli imprenditori che vi lavorano costituiscono un vero e proprio “asset”, una risorsa della comunità. Quando una attività chiude si innescano fenomeni di degrado –precisano ulteriormente quelli dello Jamm mo-. In quest’ottica cerchiamo di indirizzare le forze al fine di avere un centro storico valorizzato lavorando a soluzioni che ne consentano la piena fruibilità in tutti i periodi dell’anno.

Abbiamo presentato al sindaco alcune proposte sulla gestione del traffico ma soprattutto abbiamo presentato un progetto di sviluppo volto alla creazione di un centro commerciale naturale. Infine il direttivo Jamm mo rivolge all’ amministrazione comunale di Sulmona  una voce critica sulla situazione della città ma al contempo ritengono sia un dovere degli stessi membri dello Jamm mo e di tutti i cittadini, collaborare al fine di migliorare le condizioni per il benessere comune. Il percorso che la comunità nel suo insieme deve fare per costruire un modello funzionante di centro storico è lungo e complesso. Chiedono altresì all’ amministrazione di ascoltare le proposte e di avere capacità di gestione delle necessarie azioni di coordinamento progettazione e sviluppo. Insomma  il nostro è un centro storico inimitabile e di elevato valore

 

One Comment

  1. Tutto fatto ad arte per candidare uno di loro alle prossime comunali
    Povera Sulmona

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.