Attualità

Sulmona: è morto il prof. Raffaele Santini

Sulmona,30 novembre- E’ morto stamani presso l’Ospedale di Pescara dove era ricoverato da tempo il prof. Raffaele Santini. Molto conosciuto  in città ed in Abruzzo per il suo impegno culturale e soprattutto per la sua signorilità di persona colta e sempre disponibile. Aveva 68 anni.  Autore di tante pubblicazioni in passato era stato anche sindaco di Pacentro. Santini ha lottato fino alla fine contro la sua malattia ma  questa mattina all’alba il suo  cuore ha cessato di battere. Nelle prossime ore la, salma sarà riportata a Sulmona dove presso la Casa funeraria sarà allestita la Camera ardente. Ai familiari alla moglie Liberata ai figli Mario e Pierluigi le condoglianze della nostra redazione ( red)

One Comment

  1. Andrea Pantaleo

    Scompare una persona simpatica, di cultura, testimone di innumerevoli ricerche negli Archivi di Stato. Il professore Raffaele Santini è custode di ricerche sulla secolare Universitas di Pacentro, sulle tradizioni di questo angolo affascinante dell’Abruzzo ulteriore. Ha pubblicato numerosi libri ed opere le quali rappresentano una delle identità fra le più autorevoli della Sua persona. In qualità di Sindaco di Pacentro, di uomo della politica, ha operato sempre nell’interesse della collettività, del territorio. Analizzava sempre con preoccupazione, ed attenzione, il difficilissimo momento storico nel quale ci troviamo; il suo pensiero era sempre rivolto ai giovani che rappresentano la fondamentale continuità in tutto. Raffaele era triste nel vederli partire nei viaggi della speranza, radici preziose che lasciano la nostra terra, per recarsi altrove in cerca di fortuna. Ci resterà il suo mosaico indelebile ed imperituro di tutta una vita fatta di valori veri. Anche a nome di mia madre porgiamo le nostre più sentite condoglianze alla famiglia. Ciao Raffaele grazie di tutto. Buon Viaggio.

    Andrea Pantaleo

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.