Domenica, 26 maggio 2019

Sulmona: conferenza del Professor Emidio Di Donato su Aristofane


2019/03/14 12:390 comments

 

 

 Sulmona, 14 marzo– Conferenza  a Sulmona del Professor Emidio Di Donato avente il tema “Aristofane la Sua Commedia: una pagina della Grecia antica in cui trionfano fantasia, poesia e gioia di vivere. L’evento rientra negli appuntamenti dell’Università Sulmonese della Libera Età di Sulmona. Aristofane è personaggio immortale, celebre, la cui fama e le cui opere sono giunte sino ai nostri giorni percorrendo un itinerario storico culturale avvincente. Le commedie scritte da Aristofane rappresentano l’affermazione ed il trionfo della sua genialità, fantasia, cultura, divenute memorabili. Aristofane rappresenta il millenario mondo della Grecia nazione straordinaria ricca di storia, cultura, tradizione illustri. La realtà teatrale greca rappresenta l’origine della civiltà intera e una delle celebrazioni dell’estro teatrale. L’opera teatrale greca rimonta alla notte dei tempi, con le rappresentazioni che si avranno nelle città, nei villaggi, in molte località del paese, diffondendo fascino ed interesse nella Società del tempo.

Gli attori erano in sostanza delle maschere ed ognuno aveva nella recitazione teatrale un ruolo ed un compito ben definiti. Tal tipologia teatrale era chiaramente profana, senza alcun tipo d’impronta religiosa e, tale cultura, si svilupperà in tutte le regioni della Grecia. Ad un certo punto però in particolare nel Peloponneso e ad Atene si iniziano ad avere rappresentazioni di carattere sacrale rivolte al culto ed alla deferenza del Dio Dioniso. Il mondo greco ha elevato in maniera celebre le realtà fondamentali dell’intera umanità. Di Aristofane si rimembrano undici commedie le quali esaltano la fantasia, la genialità, la creatività della sua persona. Aristofane è considerato di diritto una della massime espressioni di commediografo della commedia antica, con le sue commedie che sono vissute fortunatamente intere sino ai nostri giorni. La sua satira ha avuto anche contenuto politico quale dimostrazione della missione educatrice del teatro che Aristofane intendeva diffondere e realizzare. Dioniso è stata una divinità, un Dio fra le grandi divinità dell’Olimpo della Grecia. Dioniso era anche invocato nel corso dei riti religiosi affinché procedesse a rinnovare ed a continuare il ciclo della vita vegetale. Fra le solennità in suo onore si ricordano quelle che si avevano sia delle campagne, sia nelle località urbane, a suggellare l’unità della Società del tempo nel culto nei confronti di Dioniso. Aristofane e Dioniso: binomio di millenario fascino e beltà nell’attuale modernità.(h. 12,00)

 

Andrea Pantaleo

Leave a Reply


Trackbacks