Cultura

Sulmona: Capograssi e l’impegno dei cattolici in politica

 Sulmona,30 novembre- Riportare all’attenzione del territorio del Centro Abruzzo e dell’opinione pubblica la figura del grande giurista sulmonese Giuseppe Capograssi. E’ questo l’obiettivo che un gruppo di lavoro coordinato dal professor Fabrizio Politi si è proposto di raggiungere con il convegno tenutosi a Sulmona, presso la sala del Centro Diocesano  questa mattina

Il tema sul quale si sono confrontati  studiosi di tutta Italia è “Giuseppe Capograssi e l’impegno dei cattolici in politica”. Problemi riportati all’attenzione dell’opinione pubblica da interventi sulla stampa di autorevoli protagonisti della politica e della cultura.

Capograssi, studioso cattolico, fu uno dei protagonisti della ricostruzione dopo la seconda guerra mondiale. In un momento come l’attuale in cui il Paese richiede un nuovo impegno per dare all’Italia una speranza per il futuro ai cattolici si pone lo stesso problema: con quale idee e quali strumenti tornare ad incidere sulle scelte necessarie? Il tutto in un momento di disincanto e della “fine delle appartenenze di campo”.

Ne hanno discusso il professor Fabrizio Politi, docente presso l’Università dell’Aquila che ha introdotto  i lavori. Il professor Antonio Luongo, docente nella Università  Parthenope  di Napoli. Il professor Fabrizio Marinelli, dell’Università dell’Aquila. Il professor Paolo Ridola, dell’Università La sapienza di Roma.

Hanno portato i saluti del Vescovo di Sulmona Valva, S.E. Mons. Michele Fusco; Lando Sciuba, Responsabile della Fondazione Capograssi a Sulmona.

Al convegno erano presenti gli studenti della scuole cittadine e studiosi ed estimatori di Capograssi provenienti da tutta Italia.

Gli argomenti trattati, saranno raccolti in un volume che rappresenterà il primo passo di una serie di iniziative che si svolgeranno a Sulmona a partire dai primi mesi del 2020. Tra gli obiettivi la realizzazione di una scuola di politica nel nome di Giuseppe Capograssi rivolta ai giovani di tutta la regione.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.