Cultura

Sulmona: alla scoperta di un poeta

Sulmona,10 novembre– C’è un poeta a Sulmona, un poeta sconosciuto. Ho avuto la sorpresa di incontrarlo. La raccolta delle sue poesie si intitola “Il viaggio dell’anima”.Sono poesie che   si possano definire metafisiche. I titoli sono eloquenti, vanno da “Essere” a “Il nulla”, “L’Eternità”, “L’assoluto” ,”L’infinito”,  “Movimento cosmico”, “Anima e cosmo”, “L’essere del divenire”….

Il giovane poeta si chiama Pierpaolo Marinucci.Non può vantare titolo universitari, è un semplice maestro elementare.Stupisce come un giovane, “omo sanza lettere”, possa donareforma poetica a contenuti profondamente filosofici.

A titolo di esempio, riporto alcune poesie, invitando i lettori a esprimere il loro giudizio.:

Essere

“Terra informe dell’essere, strappata alla sua natura,

nell’ olocausto  mortifero del sonno,

specchi concentrici, voragine emblematica del nulla, 

risucchiano l’infinito,

nello spettro abissale del non essere.”

 

  L’eternità

Nell’istante eremitico , sbocco estremo della libertà ultima,

l’anima esalta lo sguardo solipsistico dell’io cosciente e maturo

e la consapevolezza nel suo poter essere

libera dal vortice

delle ristrettezze del magma empirico.

L’età della superbia dell’ego cede il passo

alla stagione dei silenzi maturi,

che inseguono trionfanti poesie d’amore

scintille d’infinito

da cui divampa il fuoco dell’eternità

 

                                       Essere se stesso

Come nel movimento elastico ed eterno del cosmo

L’io stremato freme di essere se stesso

e al contempo si ripara e protegge nel ritiro frustrante

verso la sua dimora in segno di abnegazione

 

Poter essere

Nel gioco karmico degli specchi

La consapevolezza dilaga

Nel suo “poter essere”,

tra coscienza ed autocoscienza,

sollevandosi verso l’altare dell’eternità

 

Ezio Pelino

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.