Regione Abruzzo

Sospiri: la terza edizione del ‘Festival Dannunziano’ dedicata alla rinascita della Riserva

 

Sulmona,11 agosto– “La terza edizione del ‘Festival Dannunziano’ promosso dalla Regione Abruzzo sarà interamente dedicato alla ‘Rinascita della Riserva dannunziana’: tutti gli eventi principali, dai concerti al Teatro, saranno per la prima volta a pagamento e il ricavato verrà devoluto per co-finanziare gli interventi di rinaturalizzazione dei comparti bruciati dal rogo, una scelta amministrativamente e moralmente doverosa dopo il dramma vissuto che, al tempo stesso, ci consentirà di far partecipare gli stessi cittadini, dunque il territorio, alla riqualificazione e al risanamento di quel polmone verde che appartiene a tutti noi, alla nostra storia, e soprattutto al futuro dei nostri figli e nipoti”. Lo ha detto il Presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri ufficializzando l’iniziativa.

“Negli ultimi giorni stiamo definendo i contorni e i contenuti della terza edizione della ‘Festa della Rivoluzione – Festival dannunziano’ – ha spiegato il Presidente Sospiri -, una kermesse storico-artistico-culturale che quest’anno si svolgerà dal 3 al 12 settembre e che in pochissimo tempo ha saputo conquistare un posto d’onore tra le manifestazioni di spicco a livello nazionale, riaccendendo i riflettori sulla figura del nostro vate, restituendone l’immagine, il volto, la storia, il nome, le vicende personali, affettive e letterarie, ai pescaresi, ossia restituendolo ai suoi concittadini che spesso per la prima volta stanno scoprendo aspetti inusitati, spesso inediti, di un uomo, un letterato, un poeta e un ‘avventuroso’ che la letteratura ha erroneamente etichettato. Merito della kermesse ‘Festa della Rivoluzione’ è aver avuto la forza di spogliare d’Annunzio di quelle etichette e quindi dei pregiudizi, coinvolgendo in tale processo i massimi esperti a livello mondiale, e restituendo trasparenza alla grande attualità del Vate che, dopo aver infiammato la storia del secolo scorso, ancora oggi saprebbe trovare modi e strumenti per far parlare di sé.

Nella terza edizione, è evidente che tale processo di riscoperta non può non considerare quanto accaduto negli ultimi giorni in uno dei luoghi dannunziani per eccellenza, ossia la pineta, la nostra Riserva naturale dannunziana, devastata dal fuoco che in un solo giorno ha distrutto il comparto 5, l’ultimo relitto di foresta italiana ancora esistente tra il Gargano e Ravenna, e in parte i comparti 3 e 4. La Regione Abruzzo è subito intervenuta individuando in bilancio un fondo di 3milioni 400mila euro per garantire la copertura dei primi interventi di somma urgenza su Pescara e anche su altri territori che il 2 agosto sono stati vittime di roghi. Il Comune di Pescara ha avviato le procedure di somma urgenza per la prima stima dei danni, tesa anche a quantificare l’entità della perdita subita dal nostro patrimonio verde, ma noi vogliamo soprattutto pensare alla rinascita. A tal fine il Comune di Pescara ha aperto un conto corrente dedicato sul quale tutti i cittadini potranno versare un piccolo grande contributo e testimoniare la propria solidarietà. E anche il Festival dannunziano farà la propria parte – ha puntualizzato il Presidente Sospiri –: per la terza edizione abbiamo deciso di prevedere il pagamento di un biglietto per gli spettacoli portanti dell’intera kermesse e il ricavato verrà versato sul conto corrente istituito dal Comune di Pescara per la rinaturalizzazione della Riserva dannunziana, una finestra aperta affinchè tutti si sentano protagonisti nel processo di riqualificazione e rilancio della pineta”.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.