Ambiente, Attualità

Solidarietà: Sulmona unita dice no alla violenza

 Sulmona , 23 settembre- Sulmona si tinge di rosso, questo pomeriggio alle 17 il parroco della Chiesa di Cristo Re , don Fabio D’Alfonso, ha inaugurato la panchina rossa come simbolo della difesa contro la violenza di genere. L’inaugurazione della panchina è avvenuta con una breve cerimonia alla presenza del vescovo diocesano, mons. Michele Fusco, che ha officiato contestualmente la Santa Messa nella Chiesa di Cristo Re.

Un’iniziativa, quella della parrocchia di Sulmona, che traccia il prosieguo di una lotta, quella contro il femminicidio, che non ha alcuna intenzione di cessare. Una battaglia che terminerà solo nel momento in cui la normalità diventerà anormalità. La morte di madri, figlie, sorelle, amiche per mano di uomini violenti cesserà di occupare le prime pagine di cronaca quotidiana grazie all’educazione e al rispetto dell’essere umano. Finché si parlerà di discriminazione di genere e finché una donna sentirà il bisogno di difendere i propri  diritti inviolabili, non si potrà parlare di società civile. 

“A Sulmona di questa violenza ce n’è tanta” ha detto Don Fabio in occasione della celebrazione di una Santa Messa domenicale. Una violenza che spesso viene nascosta dalle vittime per vergogna e senso di colpa. Ecco, qui entra in gioco il ruolo della Parrocchia che attiverà sportelli di prevenzione e protezione coinvolgendo esperti e professionisti. Sulmona ha azionato i motori della macchina della civiltà affinché in questo territorio nessuna donna si senta sola contro il mostro della violenza. La città inverte le rotte e riscrive le pagine di una storia in cui le pari opportunità e i pari diritti non siano fonte di lotta ma semplice consuetudine.

 l’Istituzione ecclesiastica dice basta alla violenza, alla mancanza di giustizia nei confronti di donne che subiscono ogni giorno soprusi sia verbali che fisici. La scelta di Don Fabio di ricorrere all’installazione della panchina rossa non è solo un evento di facciata ma un vero e proprio messaggio il cui impatto si spera sortirà effetti rieducativi per tutta la società.

Quella panchina la cui posizione a metà tra Cristo Re e il Tribunale cittadino, simbolo di legalità e giustizia,  ricorderà per sempre che Sulmona, unita, dice no alla violenza. 

 

Chiara Del Signore

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.