Lunedi, 18 marzo 2019

Si è dimesso il sindaco dell’Aquila Biondi


2019/03/14 21:120 comments

 Sulmona, 14 marzo– Con la serenità, il senso di responsabilità e il rispetto che si deve alla comunità aquilana, ho deciso di rassegnare le dimissioni da sindaco. Il governo nazionale, ma anche le forze politiche locali, sembrano non dare la dovuta attenzione all’Aquila e al suo territorio, nonostante il decennale del sisma sia alle porte”. Lo sottolinea in una nota il sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi annunciando le sue dimissioni. “Una ricorrenza che segna una fase estremamente delicata della rinascita, che ha più che mai bisogno di impegni chiari, di prospettive e di uno sforzo condiviso, che faccia prevalere l’interesse della collettività, rispetto a quello dei singoli”, aggiunge. (h. 21,00)

Biondi: la città non può subire la vaghezza del Governo, né l’immaturità della politica locale

Sulmona, 14 marzo-  Le dimissioni del sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi presentate questa sera  hanno infiammato il dibattito politico in città in una fase assai delicata e alla vigilia del decennale del terremoto del 2009. Oggi nel corso di una conferenza stampa Biondi  ha snoccialato il buon lavoro e i tanti risultati conseguti in questi mesi poi  ha spiegato le ragioni della sua decisione che possono individuarsi soprattutto “nella convinzione  che la città non può subire la vaghezza del governo né l’immaturità di alcune espressioni della politica locale”. Il sindaco si è riferito, in particolare, allo stanziamento delle risorse per il riequilibrio del bilancio comunale (10 milioni), che “mi è stato assicurato sarebbe stato inserito all’interno del decreto Etna e calendarizzato al massimo entro la metà del mese, Se non arrivano questi fondi, farò fare questo lavoro ad un commissario. Non farò fare passerelle ai politici, non aumenterò le tasse”.

Ma ad accelerare il clima politico surriscaldato nelle ultime settimane, ieri il Consiglio comunale era andato deserto, anche  il clima di tensioni all’interno della sua stessa maggioranza di centro destra.  A seguito delle dimissioni degli assessori Emanuele Imprudente e del vice sindaco Guido Liris (chiamati a far parte del nuovo Governo regionale), oltre quelle dell’onorevole Luigi D’Eramo impongono invetabilmente un ridisegno dell’intero esecutivo aquilano anche se la nomina avvenuta nella serata di ieri a Vice sindaco  l’avvocato Raffaele Daniele  “riconoscendogli un ruolo di imparzialità e doti di sobrietà, equilibrio, capacità di ascolto e conoscenza della macchina amministrativa comunale”   viene considerata come la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso. Cosa accadrà ora? Lo si capirà bene nelle prossime ore ma Biondi da domani ha venti giorni di tempo per ritirare la sua decisione. Molte le reazioni già da questa sera. (h. 21,05)

LE  REAZIONI :

Sottosegretario Crimi: non scarichi sul Governo responsabilità che non ci appartengono

 Sulmona, 14 marzo– “Accolgo con dispiacere la notizia delle dimissioni del sindaco de L’Aquila, Pierluigi Biondi. Ma lo invito a non scaricare sul governo responsabilità che non ci appartengono”. Lo dichiara Vito Crimi, sottosegretario per la ricostruzione post Terremoto. “Proprio ieri ho personalmente garantito che la prossima settimana sarà varato il decreto sisma, il quale prevede un finanziamento di 10 milioni di euro a copertura delle minori entrate del comune aquilano. Spero che la scelta del sindaco non sia una scusa per nascondere i problemi di maggioranza interna all’amministrazione locale”. (h. 21,30)

Leave a Reply


Trackbacks