Politica

Sanità: Salvati, il confronto con la Regione tenga conto delle emergenze del territorio

 Sulmona, 11 giugno– Ragioni di salute che mi costringono ancora bloccata in casa non mi hanno consentito di partecipare nel pomeriggio alla riunione della Commissione Sanità convocata dal sindaco in vista della riunione con l’Assessore regionale alla salute Nicoleta Verì. Poiché ritengo che i temi della Sanità oggi, più di ieri, debbono essere – scrive Roberta Salvati consigliere comunale –  al centro della politica locale e regionale, ho voluto ricordare al sindaco e ai colleghi componenti la Commissione la mia preoccupazione per  la carenza di organico nei vari reparti  ed in particolar modo al reparto di Oncologia, che, andrebbe dotato anche di un servizio per la radioterapia. Penso anche all’apparecchio per la risonanza magnetica, del quale non si hanno più notizie e alla nuova struttura Ospedaliera, prima in Abruzzo totalmente antisismica, inaugurata ma non ancora attiva. Penso in ultimo ma non per importanza, alla ginecologia e nello specifico al punto nascite, chiudere un reparto dove nascono bambini e come dire ad un territorio di cancellare la propria identità ed insieme anche la dignità e speranza  di chi ci vive. Leggi e decreti ci saranno sempre ma possono e devono essere modificati quando ledono i diritti dei cittadini.  Per questo mi rivolgo a chi ha il potere e la volontà di perorare le esigenze della nostra gente, richiedendo la modifica del Decreto Lorenzin per non cancellare la vita nel nostro territorio”. (h. 17,30)

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.