Sport

Roccaraso Trail, il 29 settembre sfida in quota per 350 atleti

 

Sarà assegnato il quarto Trofeo Mountain Lab “Memorial Claudio Del Castello”

 Roccaraso, 14 settembre- Un percorso di 24 km “sulle piste degli antichi skiatori” correndo sui sentieri del Parco nazionale della Majella e quello di Abruzzo, Lazio e Molise, lungo tracciati montani che si snodano tra i Comuni di Roccaraso, Rivisondoli e Barrea. E poi uno Short Trail di 16 chilometri aperto ai ragazzi che hanno compiuto 16 anni, un’escursione guidata di nordic walking e un “terzo tempo” con una rassegna di stand e di prodotti tipici in pieno centro a Roccaraso.

Saranno circa 350 gli atleti che domenica 29 settembre prenderanno parte alla quinta edizione del Roccaraso Trail, sfida tra runner in alta quota con un dislivello di 1.630, che permetterà di assegnare anche il quarto Trofeo Mountain Lab “Memorial Claudio Del Castello”, circuito composto da quattro tappe (di cui tre invernali): il Wolf Vertical Ski Alp, il Roccaraso Winter Vertical Snow Running, il Wolf SkiAlp e il Wolf Snow Running.

La gara prenderà il via alle 9.30 da piazza Leone, nel cuore di Roccaraso, e porterà gli atleti sulle piste del comprensorio Skipass Alto Sangro. All’altezza della seggiovia Pallottieri all’Aremogna sarà rilevato un tempo intermedio mentre al primo uomo e alla prima donna che transiteranno ai 1711 metri di Roccalta sarà assegnato il trofeo “Memorial di Marco Di Battista”.

“Le premesse affinchè sia una festa dello sport e della montagna ci sono davvero tutte – ha spiegato Gianmaria Fisco, presidente di Mountain Lab, l’associazione che promuove l’evento – il numero degli iscritti cresce costantemente ogni anno e le valutazioni degli addetti ai lavori sul circuito di cinque prove che abbiamo proposto quest’anno, sono davvero molto positive.

C’è poi un aspetto non secondario che va sottolineato: si tratta di una manifestazione che avvicina sportivi e famiglie alla montagna anche in un periodo lontano dalle stagioni di punta dell’affluenza turistica proponendo una variante importante all’offerta tradizionale. Un modo diverso di amare e vivere la montagna che aiuta anche il turismo e l’economia locale. Alla Regione Abruzzo e a tutti i Comuni dell’Alto Sangro – ha concluso Gianmaria Fisco – mettiamo a disposizione le nostre esperienze per costruire insieme un progetto da sviluppare sul nostro territorio ma di respiro interregionale che sia ancora più partecipato e competitivo”. (h. 10,30)

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.