Sociale

Referendum:la sen. Di Girolamo incontra i cittadini a Sulmona per spiegare le ragioni del Sì.

Sulmona, 11 settembre– Domani, sabato 12 settembre, dalle 17:00 alle 20:00,  a Sulmona, di fronte all’infopoint del M5S in via De Nino 4, la Senatrice del M5S Gabriella Di Girolamo incontrerà i cittadini per confrontarsi sulle motivazioni per votare SÌ al Referendum del 21 e 21 settembre.

“È un’occasione storica per realizzare una riforma troppe volte annunciata e mai realizzata”, afferma la senatrice, “mai, prima che il M5S entrasse in Parlamento, si era riusciti a tagliare costi e poltrone. Non ci dovrebbe essere nessun dubbio per votare Sì: più efficienza, minori costi e un Parlamento allineato a quelli delle altre nazioni per numero di eletti. Purtroppo, circolano ancora troppi dati imprecisi o, addirittura, informazioni sbagliate che si riferiscono al precedente referendum. Per questo è importante parlare più possibile di questa grande occasione per ammodernare Camera e Senato, sviscerarando ogni dubbio”.“Con i cittadini di Sulmona” conclude la Senatrice Di Girolamo, “ci vediamo domani, distanziati e con mascherina, davanti all’infopoint di via De Nino”.

One Comment

  1. QUANDO ANCHE RETE FERROVIARIA ITALIANA DERAGLIA DAGLI OBIETTIVI

    ATTUALITÀBREVIQUANDO ANCHE RETE FERROVIARIA ITALIANA DERAGLIA DAGLI OBIETTIVI
    4 SETTEMBRE 2020 – C’è anche un contorno da studiare per capire come e perchè la Rete Ferroviaria italiana abbia assecondato il progetto di Luciano D’Alfonso di escludere la stazione di Sulmona dal collegamento veloce tra Pescara e L’Aquila. Sono verità conosciute a sindaci, consiglieri regionali e parlamentari, ma da qualche mese non se ne parla più, mentre crescono le prospettive aquilane di costruire la linea ferroviaria da Poggio Mirteto a Rieti ed agganciare il ramo secco dall’Aquila a San Rufino (tra Pratola e Sulmona, escludendo addirittura la Marsica). E tutto con i soldi della ricostruzione dal terremoto. Ecco perchè le due pagine del Vaschione di settembre, da oggi in edicola, sono dedicate alla necessità di costituire una task force per fare luce sulle fake-news, alla maniera del progetto per evitare le fandonie sul coronavirus.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.