Attualità

 Prosegue visita delegazione Unesco  per candidatura Parco Majella a Global Geopark

 

Sulmona, 21 luglio – Prosegue la missione di valutazione Unesco sulla Majella ai fini dell’ottenimento dell’ambito titolo di Global Geopark (geoparco mondiale) con un interessante giro nel versante orientale del Parco Nazionale della Majella. Prima sosta sarà la “Città di Pietra”, nome con cui D’Annunzio ha appellato Guardiagrele. In mattinata si continua con una breve visita a Pennapiedimonte in località Balzolo dove, oltre ad una splendida vista che spazia da montagna a mare, si trova un geosito stratigrafico che ha anche guadagnato la copertina di una importante rivista scientifica internazionale. Qui si parlerà anche dell’artigianato artistico della pietra. Prima di arrivare a Palena, dove i valutatori visiteranno il geosito di Capo di Fiume e il Museo Geopaleontologico Alto Aventino, soste intermedie saranno Fara San Martino, dove l’idrogeologo Prof. Sergio Rusi parlerà al geosito Sorgenti del Verde della ricchezza di acque della Majella, e Lama dei Peligni.

Qui i valutatori potranno “toccare con mano” come si fa turismo sostenibile nel Parco presso il Museo Locati, che con gli annessi Giardino Botanico e Area faunistica del Camoscio, accoglie ogni anno migliaia di visitatori. Nella sezione archeologica del museo da ottobre scorso è stata ampliata la collezione di fossili ritrovati al geosito della Grotta degli Orsi Volanti (Rapino), costituita da resti di ben 13 mammiferi perfino di macaco vissuti 80-120.000 anni fa. A Palena, dove è prevista anche una breve sosta al MOM (Museo dell’Orso Marsicano), i valutatori saranno accolti da Silvano Agostini e Adelaide Rossi, geologo e paleontologa della Soprintentendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell’Abruzzo. Fra gli altri esperti accompagnatori geologi del Parco e dell’Ordine dei Geologi della Regione Abruzzo. A fine giornata panoramica sui geositi del versante occidentale del complesso Majella-Porrara a partire dal Quarto di Santa Chiara a Caramanico Terme, passando per Passo San Leonardo.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.