Cultura

Premio Aquila d’oro 2019, consegnati a Isernia i riconoscimenti

 

Il Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, impossibilitata a ritirare il premio per impegni istituzionali, ha inviato un messaggio  nel quale evidenzia che  “L’auspicio è che questo premio, che voglio interpretare come un attestato di fiducia verso quello che sento di avere ancora il dovere di fare in questo non facile percorso, possa essere altresì occasione per ricordare a ciascuno di noi che solo mettendo il valore della sostenibilità al centro di ogni progettualità e di ogni iniziativa di crescita e di sviluppo si potrà veramente dare avvio a una rivoluzione culturale. Una rivoluzione ora più che mai necessaria, nell’interesse primario della salute dei cittadini e del futuro delle prossime generazioni” .

 

Sulmona,23 novembre– Si è svolta ieri presso l’Auditorium Unità d’Italia di Isernia, la XIV Edizione del Premio AQUILA D’ORO INTERNATIONAL 2019, condotta dalla giornalista Tiziana Smargiassi. I riconoscimenti sono stati attribuiti all’Avv. Duilio Vigliotti, Direttore del Civico “Museo della Memoria” di Isernia, per la sezione “Storia e Cultura”; al Dr. Luigi Di Giulio, Medico Specialista in Chiropratica in Los Angeles, per la sezione “Italiani nel Mondo”; al Mons. Giuseppe Sciacca, Segretario del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica, per la sezione “Istituzioni Religiose”; alla Sen. Avv. Maria Elisabetta Alberti Casellati, Presidente del Senato della Repubblica, per la sezione “Istituzioni Pubbliche”.

La Commissione Scientifica del Premio, presieduta dal Prof. Fabrizio Politi, ha inoltre conferito le seguenti Menzioni Speciali: al Dott. Romolo D’Orazio, Imprenditore, Modaimpresa, per la Sezione “Industria e Sviluppo Sociale”, al Maestro Achille Curatella, pittore e scultore,  per la sezione “Pittura e Scultura”; al Prof. Aniello Russo Spena, già Preside della Facoltà di Ingegneria dell’Università dell’Aquila e Presidente dell’Accademia delle Scienze d’Abruzzo, per la sezione “Università”.

Presenti alla manifestazione Carlo De Masi, Presidente di Adiconsum, Vincenzo Cotugno, Vicepresidente della Regione Molise, Giacomo D’Apollonio, Sindaco di Isernia e Francesco Di Nisio, Presidente dell’Associazione Corfinium Onlus, che alternandosi hanno consegnato i premi in sala; presenti inoltre numerosi studenti di tre Istituti scolastici isernini: Istituto Statale di Istruzione Superiore “Maiorana-Fascitelli”, Istituto Statale di Istruzione Superiore “Fermi-Mattei”, Istituto comprensivo “San Giovanni Bosco”.

Un folto pubblico ha dato calore ed energia alla XIV edizione del Premio. Come nelle precedenti edizioni, incantevoli i contributi musicali del Antonio Gentile.

Di seguito le motivazioni formulate dalla Commissione:
Avv. Duilio Vigliotti:( foto 2) “Per il notevole impegno profuso nella realizzazione della nuova ala del Museo Civico di Isernia, dedicata ai moti del 1860; un’azione che ha favorito il rilancio della storia e della cultura isernina in una memoria che alimenterà la curiosità, l’interesse e il sapere delle future generazioni”.

Dott. Romolo D’Orazio: “Per il coraggio, la determinazione e la passione profusi in un progetto industriale teso allo sviluppo del territorio molisano; per i gratificanti risultati ottenuti già dai primi anni di esercizio, non solo a vantaggio dell’Azienda ma anche per l’intera Comunità molisana” ​.
Dr. Luigi Di Giulio: “Per aver creduto nel sogno americano e per averlo magistralmente realizzato impiegando le virtù italiche, quell’insieme di valori ed ideali che hanno reso grande la nostra Nazione e cha ancor oggi sono il vanto degli italiani emigrati in altri continenti”.

M°Achille Curatella: “Per aver creato un suo personale stile nel mondo artistico, della pittura e della scultura, identificato da illustri critici d’arte con la formula: “dal formale all’informale”.

Mons. Giuseppe Sciacca:(foto 1) “Per il Suo impegno pastorale dedicato particolarmente ai giovani e per il nobile contributo profuso in una delle più importanti Istituzioni della Chiesa Cattolica”.

Prof. Aniello Russo Spena: “Per il notevole contributo dato in tutta la Sua carriera alla Scienza, alla Formazione, allo sviluppo del Territorio, sia come Preside della Facoltà di Ingegneria – Università di L’Aquila, sia come Presidente dell’Accademia delle Scienze d’Abruzzo”.

Presidente Maria Elisabetta Alberti Casellati: “Per aver tracciato, quale prima donna eletta alla Presidenza del Senato della Repubblica, una nuova impronta di ruolo basata sulla responsabilità e sulla imparzialità e per aver affrontato coraggiosamente il problema della salvaguardia del clima e della salute pubblica con un evento di respiro internazionale”.

“Il pieno successo di questa edizione – ha dichiarato Francesco Di Nisio – è da attribuire alla partecipazione degli studenti dei tre Istituti scolastici isernini e agli interventi delle personalità premiate. Sono certo che questa giornata, dedicata alla storia delle nostre radici e alla salvaguardia dell’ambiente, resti alla memoria non solo del Comune di Isernia bensì dell’intera Regione Molise. Il messaggio lanciato da uno degli studenti al mondo intero ha emozionato l’uditorio e contribuirà a sensibilizzare gli adulti al rispetto della natura, quale Bene Comune. Colgo l’occasione – conclude Di Nisio – per ringraziare i nostri partner e gli Enti patrocinanti: AIDOSP, Nobili Terre Italiane, Comunità Montana Sirentina, Comune di Isernia, Regione Molise, Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise e la Presidenza del Senato per aver conferito alla manifestazione il Premio di Rappresentanza”.

Lucilla Di Marco

 

foto 1: Mons-Giuseppe-Sciacca-premiato-dal-Vicepresidente-Regione-Molise-Vincenzo-Cotugno.;

foto 2:  avv. Duilio-Vigliotti-premiato-da-Assessore-Eugenio-Kniahynicki

foto 3: sindaco-di-Isernia-DApollonio-riceve-dallAss.-Corfinium-Onlus-il-Premio-di-Rappresentanza-conferito-dalla-Presidenza-del-Senato

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.