Lunedi, 4 dicembre 2017

Pensierino del giorno


2017/12/03 09:370 comments

 

 Sulmona, 3 dicembre– La settimana che ci siamo lasciati alle spalle sarà ricordata sicuramente a lungo in città perché proprio nei giorni scorsi è arrivato l’annuncio della scelta  di Don Michele Fusco a guidare la Diocesi di Sulmona-Valva. Ovviamente la notizia che era attesa in città non ha mancato di suscitare comprensibile entusiasmo.

 Alcuni anni fa, sempre di questi giorni era l’8 dicembre 2009, arrivò invece l’annuncio della visita del Papa Sulmona per il 4 luglio dell’anno successivo. Anche allora grande entusiasmo (solo l’Amministrazione comunale del tempo se ne accorse con un po’ di ritardo) perché la visita di un Papa in una comunità come la nostra non capita spesso nella vita.

 In questa vicenda di Don Michele che solamente fra qualche mese sarà Vescovo ma che già parla  da Cardinale (simpatico e un po’ buffo il messaggio televisivo da Amalfi)  quando arriverà a Sulmona si renderà conto e conoscerà meglio la nostra Diocesi.

  Ma  alcune curiosità sono state subito sollevate dalla gente comune. La scelta del Papa, già maturata da tempo, perché è caduta su un sacerdote di Amalfi che non ci pare sia fornito di straordinari  requisiti per guidare una Diocesi  complessa come la nostra di  grandi dimensioni e storia come la nostra?

  Ma il Papa (o chi per lui) non potevano forse  orientarsi su scelte locali dove pure esistono figure di sacerdoti  di grandi dignità, cultura e prestigio che magari avrebbero unito di più il clero?  E’ un po’ come gli allenatori di squadre di calcio  dove spesso le soluzioni interne rendono di più dei grandi maghi  del pallone che vengono acquistati lontano e poi si rivelano per quello che sono. Misteri della Chiesa dei nostri tempi che forse non conoscere mai o forse, non conosceremo presto. (h.9,00)

 

Leave a Reply


Trackbacks