Politica

Pandemia e presenza, la ricetta della Regione Abruzzo

Sulmona,9 gennaio– La Regione Abruzzo e entrata ufficialmente in zona gialla ma la pandemia gia da tempo corre per i corridoi degli uffici regionali tanto che si sono chiusi piani di palazzi o palazzi interi.Una soluzione per non far diventare gli uffici regionali focolai da Covid 19, con pericolo anche per i cittadini utenti, e l’uso regolamentato del Lavoro Agile. Questo dice e afferma il Ministro Brunetta nell’ultima circolare.Lo scrive stamani in una nota Paola Puglielli Segretaria Generale FP CGIL Abruzzo Molise

“Eppure la Regione Abruzzo e l’unico Ente di grandi dimensioni- rileva Puglielli- che non ha regolamentato il lavoro agile, poco importa se poi aumentano i casi di contagio con la conseguente riduzione dei servizi erogati.

Un accordo in verita c’e, ed e stato firmato il 18 novembre 2021 dalle OO.SS. e dalla Parte pubblica, ma ancora la Giunta Regionale non provvede ad approvarlo per renderlo esecutivo.

E’ questa l’attenzione della Regione Abruzzo verso i propri dipendenti e cittadini.La situazione attuale dovrebbe suggerire comportamenti piu attenti e azioni tese alla riduzione del rischio andando a rafforzare le misure preventive al fine di ridurre la diffusione del contagio.Non di certo un comportamento caratterizzato da una continua indolenza, lentezza nell’agire amministrativo e superficialita”.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.