Politica

Ora in Comune c’è aria  di.. resa


I Consiglieri Maurizio Balassone, Elisabetta Bianchi,  Francesco Perrotta, Fabio Pingue, Mauro Tirabassi, hanno richiesto proprio oggi una seduta straordinaria del Consiglio comunale  ponendo al Centro dei lavori la vicenda del Cogesa spa ed altri argomenti.  Ma l’iniziativa della minoranza fa emergere  anche  alcune  altre riflessioni: l’Amministrazione Casini sembra essere giunta ormai al capolinea mentre  il degrado politico che la città sta vivendo non trova precedenti nonostante  l’emergenza e le priorità da affrontare siano tante. Altro che “Giunta di salute pubblica”. A cosa doveva servire l’apporto di consiglieri ex Pd? Ma c’è di più. I rappresentanti di minoranza  hanno rivelato che   “lo scellerato patto Gerosolimo, Sinibaldi, Taglieri, Di Masci non è proficuo di nessun cambiamento utile alle esigenze dei cittadini”. E allora?

 

 

Sulmona,7 giugno– “Invitiamo il sindaco a “scadenza”, sfiduciato dai suoi consiglieri di maggioranza, ad avere un sussulto di dignità e prendere atto che la sua amministrazione giá contraddistinta dalla inesistente azione di buon governo della cosa pubblica è irrimediabilmente superata, e che lo scellerato patto Gerosolimo, Sinibaldi, Taglieri, Di Masci non è proficuo di nessun cambiamento utile alle esigenze dei cittadini”  Non vanno per il sottile i Consiglieri di minoranza al Comune di Sulmona Consiglieri  Maurizio Balassone, Elisabetta Bianch,  Francesco Perrotta, Fabio Pingue e Mauro Tirabassi

“Noi minoranza con senso di responsabilità – si legge nel documento – abbiamo richiesto in data odierna una seduta di consiglio comunale straordinario per affrontare temi ormai ineludibili relativi alla: questione politico amministrativa di questa nuova maggioranza, al Cogesa, al reperimento dei fondi ulteriori e necessari per i lavori delle scuole Masciangioli e Liceo Classico, per la non assegnazione a seguito di manifestazioni di interesse dei servizi sui tributi e informatici, per il piano sanitario regionale, per il caos dei trasporti urbani, per la mancanza di servizi di manutenzione e decoro urbano sui quali sono stati stanziati circa 300.000 euro nell’ultimo bilancio. Auspicando che chi oggi pensa di governare la città decida di dimettersi ponendo fine all’agonia a cui stiamo assistendo”. (h. 18,00)

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.