Economia

L’Aquila: ” vertenza psichiatria”, per Nardella (Uil) a breve lavori per reparto pro polizia penitenziaria

 Sulmona, 12 settembre- Seppur proveniente da indiscrezioni ci è giunta la notizia che la UIL si aspettava: inizieranno presto i lavori per l’implementazione di un presidio nel reparto presso il quale vengono ricoverati detenuti ristretti presso la REMS di Barete riservato alla Polizia penitenziaria più sicuro e confortevole.Lo comunicano il Componente il Comitato di Gestione Nazionale UIL PA Polizia Penitenziaria  e componente della segreteria confederale CST UIL Adriatica Gran Sasso Mauro Nardella e il segretario Provinciale dell’Aquila UIL FPL Antonio Ginnetti-

“Non è dato sapere che tipo di progetto è stato disegnato per lo scopo- aggiungono i due sindacalisti-  ma la notizia, qualora confermata, sarebbe dalla Uil accolta con estremo favore e soddisfazione.Da tempo ne denunciavamo l’inadeguatezza del posto assegnato ai poliziotti penitenziari in termini di sicurezza e salubritàtanto da arrivare a scrivere finanche a “scomodare” il Prefetto dell’Aquila.Non risulterebbero quindi passate inosservate le numerose doglianze mosse nei confronti sia dell’ASL1 L’Aquila-Avezzano- Sulmona che dell’Amministrazione Penitenziaria alle quali si è contestata la totale mancanza di rispetto della normativa in materia di fumo e quindi di considerazione nei confronti degli operatori di Polizia Penitenziaria dell’Aquila, di Sulmona e di Avezzano che prestano il loro servizio all’interno della Unità Operativa di Psichiatria dell’Ospedale Civile dell’Aquila.

La Uil ha lamentato sin da diversi mesi fa l’assenza del benché minimo rispetto della normativa in tema di sicurezza e salubrità  laddove si doveva fare i conti con l’esposizione a fumo passivo e alla messa in sicurezza degli operatori di polizia penitenziaria  ivi impegnati, armati, nello svolgimento del loro servizio. Siamo fiduciosi quindi- affermano ancora Nardella e Ginnetti-che presto qualcosa a favore dei baschi blu ivi operanti prenda corpo e in meglio. In tutti i modi, pur essendo cautamente ottimisti, aspetteremo con ansia l’inizio dei lavori prima di esultare definitivamente e ringraziare i “contraenti” -concludono i sindacalisti della UIL”-.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.