Regione Abruzzo

La rabbia di Marcozzi (M5S) “In Abruzzo si perde tempo a correggere gli errori della Giunta Marsilio”

Sulmona, 24 giugno– “Il Consiglio regionale è stato costretto a intervenire ancora una volta, prima in Commissione poi nella seduta di ieri , per mettere un’altra pezza a uno dei tanti errori che questa Giunta di centrodestra ha fatto da quando ha iniziato il proprio mandato in Regione Abruzzo. Con la legge 122, è stato modificato il testo del Cura Abruzzo 1, un provvedimento che Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia hanno scritto e approvato in piena emergenza Covid, senza curarsi di specificare con quali coperture avrebbero effettivamente aiutato cittadini e imprese e nonostante noi li avessimo avvisati. Per questo il Consiglio dei Ministri non ha potuto far altro che impugnare un provvedimento scritto male da questa maggioranza, che non è nuova a mettere in mostra la propria inadeguatezza costringendo poi le istituzioni, che dovrebbero lavorare senza sosta per aiutare gli abruzzesi in questo momento di grave crisi economica e sanitaria causata dal Covid, a perdere tempo prezioso”.

Lo ha affermato  ieri sera il Capogruppo M5S in Regione Abruzzo Sara Marcozzi a margine dei lavori dell’Assemblea abruzzese. “Due mesi fa, per giorni – spiega Marcozzi – ci siamo sgolati per segnalare gli errori contenuti nel testo che avrebbero portato come conseguenza l’impugnativa e ritardi nell’erogazione dei fondi necessari ai cittadini. Lo abbiamo fatto nel massimo spirito di collaborazione istituzionale, anche quando sarebbe stato facile cavalcare la paura dei cittadini in pieno lockdown da Covid, come fatto invece da vari esponenti del centrodestra abruzzese che, attaccando pretestuosamente il governo nazionale, sono sembrati più interessati a fare ostruzione al Presidente Conte che alle priorità dell’Abruzzo. La necessità di approvare leggi in fretta per portare avanti la solita campagna propagandistica, sembra così aver avuto la meglio sul dovere istituzionale di scriverle bene. E questo è stato il risultato: tornare, a oltre due mesi di distanza, nuovamente su un testo approvato, perdere tempo prezioso e far attendere ancora le imprese abruzzesi”.

“Mi auguro – conclude – che la Giunta Marsilio inizi a lavorare con un maggiore livello di accuratezza, approfondendo realmente i testi che loro stessi scrivono e approvano, per evitare di collezionare altre figure pessime che mettono in imbarazzo l’immagine dell’Abruzzo in tutta Italia. Governare la Regione è un compito che deve essere svolto con competenza e senso di responsabilità, ed è il momento che Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia se ne ricordino”. (h. 8,00)

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.