Venerdi, 26 aprile 2019

La Pasqua sulmonese: il sorteggio all’Arciconfraternita della Santissima Trinità


2019/04/16 10:060 comments

 

 

Sulmona,16 aprile– All’Arciconfraternita della Santissima Trinità  si è rinnovato, secondo tradizione, il lunedì santo il sorteggio di  coloro che saranno i principali protagonisti della solenne processione del Cristo morto  venerdì sera, con inizio  alle ore venti, muovendo dalla chiesa della santissima Trinità sita in corso Ovidio. La due quadriglie estratte alla bara sono costituite la prima da Antonio Cacace, Giovanni Malvestuto, Fabrizio Valente, Marco Turchetti; la seconda è costituita da Arnaldo Polce, Daniele Colangelo, Paolo Casciani, Pierfrancesco Carrozza. Le altre due quadriglie sorteggiate saranno all’addolorata sono formate da Tonino Marinucci, Flavio De Filippo, Francesco Di Clemente, Mario De Capite, la seconda è formata da Cosimo Acquaro, Angelo Trovarelli, Sergio Presutti, Mattia Di Cristofaro. Il tronco la croce di velluto cremisi, guarnita di tralci d’argento, sarà portata da Massimo Giorgi Piccirilli il quale, come primo estratto, avrà l’onore di rientrarlo in chiesa, Danilo Cinotti che, come secondo estratto, avrà l’onore di uscire dalla chiesa con esso, Giuseppe Colangelo che, in qualità di terzo estratto, avrà l’onore di portarlo in Piazza Garibaldi, un tempo Piazza Maggiore. I mazzieri con l’incarico di guidare l’intera processione, coordinando i vari reparti che compongono il corteo funebre, saranno Giuseppe Fuggetta, Salvatore Venti, Lucio Silvestri, Bruno Spagnoli; la quarta mazza sarà assegnata dal consiglio direttivo nei prossimi giorni. La croce lignea del XVI secolo sarà portata da Antonio Verrocchi ed altri due portatori designati dal consiglio direttivo nei prossimi giorni, mentre i due capi processionieri, i quali avranno il compito di aprire la processione, saranno Florin Aloisantoni ed Elio Conti.

Ricordiamo inoltre che, alle ore diciotto del venerdì santo, vi sarà la tradizionale cerimonia dell’apertura della chiesa dell’Arciconfraternita della Santissima Trinità al cui interno è allestita la processione del Cristo morto. La banda eseguirà come da tradizione le due marce funebri di Alberto Vella dal titolo una lacrima sulla tomba di mia madre, del compositore Frederick Chopin dal titolo Pio IX. Anche tale cerimonia è attesa tutto l’anno sia dai confratelli trinitari, sia dai cittadini e numerosi turisti che, ogni anno, giungono come sempre in gran numero nella città Ovidiana. All’imbrunire, quando le ombre delle tenebre iniziano a scendere sulla millenaria città di Sulmona, avvolgendo ogni cosa rendendola ancor più affascinante e misteriosa, i confratelli trinitari al passo cadenzato dello struscio, il loro passo secolare, lasciano la loro chiesa ed iniziano ad incamminarsi per le strade del centro storico cittadino, ad iniziare dal loro quartiere secolare. Inizia in tal modo la processione del Cristo morto.

 

Andrea Pantaleo

Leave a Reply


Trackbacks