Mercoledi, 24 aprile 2019

La denuncia di Roberta Salvati (Ap): “promesse di posti di lavoro in cambio di voto”


2019/01/20 11:070 comments

Le dichiarazioni della Consigliera comunale di Sulmona Roberta Salvati, candidata alla regionali per la lista di Alleanza Popolare sono già un “caso” politico: fanno discutere e riflettere. Tanti gli apprezzamenti da parte della gente ma anche da alleati e avversari. L’interrogativo di fondo è uno solo: possibile che questo territorio sia stato ridotto a queste condizioni? Perché? Perché questa caccia sfrenata alla ricerca del consenso? “No – dice la Salvati – la politica è altra cosa perchè è passione, cultura, servizio e sopratutto pulizia interiore. Chi si muove diversamente sicuramente non lo fa per il bene comune e per gli interessi della città e del territorio”. Ecco cosa ha detto Roberta Salvati

 

 

Sulmona, 20  gennaio– “Promesse di posti di lavoro in cambio del voto. La vecchia e mala politica è dura a morire, non stupiamoci se poi gli elettori non vanno più a votare”. Non fa sconti la candidata consigliere di Azione Politica con Marco Marsilio presidente Roberta Salvati su vecchie situazioni che si ripropongono ad ogni campagna elettorale. “Tutto questo è vergognoso, come è vergognoso prendere in giro le persone che non hanno una occupazione. Noi non promettiamo posti di lavoro impossibili, ma garantiamo il nostro impegno nel creare nuove opportunità di lavoro soprattutto nelle aree interne. La politica, la buona politica” rimarca la Salvati “non significa fare promesse che mai  potranno essere mantenute così come certe nomine arrivate a ridosso della campagna elettorale rappresentano la “politichetta” dell’ultima ora che fa solo male al territorio. Bisogna dare una svolta, spezzare questo sistema che ha costretto il territorio a una situazione di difficoltà. Il 10 febbraio gli elettori avranno la possibilità di scegliere di cambiare l’Abruzzo e un nuovo futuro è possibile. Io” conclude “garantisco il mio impegno nel portare avanti le battaglie necessarie per il rilancio occupazionale, economico, culturale e sociale dei nostri territori. No, io non prometto posti di lavoro, io garantisco nuove opportunità di lavoro”.

Leave a Reply


Trackbacks