Venerdi, 10 novembre 2017

La carica dei.. 670


2015/03/03 10:110 comments

opinione7 Sulmona, 3 marzo.- Tanti sono stati coloro che hanno partecipato alle ultime primarie del PD. Tanti? Direi molto pochi, malgrado l’impegno profuso attorno all’avvenimento, ormai ricorrente a piè sospinto. La scarsa partecipazione vuole significare la disaffezione a queste pseudo competizioni, oppure, dato che i giochi si fanno prima, in stanze segrete e tra pochi, anche gli appartenenti al PD, o quelli che lo votano, sono talmente nauseati da lasciar campo libero ai mastroni, che continuano a giocare?

A giocare sulla pelle del territorio. Ricordati la stella nascente Paolucci, che ora, consigliere regionale, dimentica tutto quello che ha detto durante i suoi interventi da dirigente di partito a Sulmona? La gente ha memoria corta, o non la ha per nulla. Bene Paolucci, adesso, è uno dei sostenitori del fatto che il “ punto nascite “ di Sulmona si deve chiudere, sulla scorta di semplici numeri, senza tenere conto dell’orografia del territorio e dei disagi che saranno provocati alle partorienti, in caso di urgenza.

Bene, questi Signori continuano a giocare sulla pelle delle popolazioni del “ Centro Abruzzo “ e si ergono a “ Soloni “ di indiscusse ( discutibili ) capacità politiche ed amministrative. La novità, a Sulmona, in queste primarie, è rappresentata dalla Salvati, poco compresa nei giochi di potere e speriamo che sappia rappresentare la Città ed il circondario, senza farsi coinvolgere in giochi e giochetti. Ma sarà dura, molto dura. (h. 10,00)

Salvatore Fluttuante

Leave a Reply


Trackbacks