Lunedi, 18 marzo 2019

La Campionessa di Scherma Valentina Vezzali a Sulmona


2019/02/25 14:430 comments

 Sulmona, 25 febbraio-Conferenza stampa questa mattina a Sulmona, nell’Aula Consiliare di Palazzo San Francesco, per presentare la Finale del Campionato Italiano di scherma a squadre under 14, denominato Grand Prix Kinder più Sport, che si terrà nella città Ovidiana nei giorni venerdì primo, sabato due, domenica tre marzo 2019.

Gli atleti che giungeranno a Sulmona saranno circa duemila provenienti da tutta Italia. L’evento è stato organizzato dall’Associazione Gymnasium Scherma Club Associazione nata a Raiano oggi presente ed operante nella città di Sulmona. Presenti in conferenza stampa il Sindaco della città di Sulmona Annamaria Casini, Valentina Vezzali Campionessa Italiana, mondiale ed olimpica, Quintino Moca Presidente dell’Associazione Gymnasium Scherma Club, Giuseppe Orfanelli delegato della FIS la Federazione Italiana di Scherma, molti sportivi fra i quali il professor Gino Carrozza campione dei 400 ostacoli nel 1962 e protagonista agli europei del 1966, nonché ben dodici volte in nazionale azzurra di atletica, appassionati di scherma e praticanti di questa nobile, secolare disciplina sportiva. Presenti Katia Di Marzio, Giuseppe Belelli Procuratore Capo della Repubblica di Sulmona, Francesca la Chioma Dirigente del Commissariato di Sulmona, i Comandanti delle Compagnia della Guardia Di Finanza e dell’Arma dei Carabinieri della città. Valentina Vezzali, nata a Jiesi nel febbraio del 1974, ha un curriculum ed una carriera prestigiosa ed è considerata una delle più eminenti atlete della scherma fra le più autorevoli di tutti i tempi. Vince i giochi olimpici conquistando nove medaglie di cui sei d’oro, una d’argento, una di bronzo; tale risultato la annovera fra gli sportivi con il maggior numero di medaglie olimpiche vinte, ed è la sportiva con più medaglie d’oro assieme a Edoardo Mangiarotti e Nedo Nadi altri due astri della scherma italiana nel mondo.

    Valentina Vezzali è stata la prima ad essersi aggiudicata ben tre medaglie d’oro olimpiche in una singola specialità individuale, ed è la quinta atleta in assoluto ad andare a medaglia ben cinque volte. Valentina Vezzali ha conquistato sedici titoli mondiali, tredici europei, cinque universiadi, due giochi del mediterraneo, undici volte la Coppa del Mondo con settantotto prove vinte, trenta titoli nazionali per una carriera colma di successi e trionfi entrati nella storia e nella leggenda della scherma. A Valentina Vezzali come tradizione Sulmonese vuole e prevede sono stati consegnati i confetti di Sulmona, ed il libro sul cantante Sulmonese Tony Del Monaco, realizzato da Giancarlo Colaprete. Le gare di scherma nella città di Sulmona del marzo prossimo avranno inizio alle ore nove del mattino, con ingresso gratuito, al fine di far avvicinare tutti al meraviglioso, affascinante mondo della scherma, la quale è una disciplina sportiva che continua a crescere ed appassionare tutti ad ogni età, grandi e piccoli.

 Le scuole italiane di scherma sono annoverate fra le migliori al mondo con l’Italia la quale è una delle Nazioni con i maggiori successi in campo internazionale. Le competizioni inizieranno con i gironi ed in seguito, stilata la classifiche generali, si procederà ad eliminazione diretta. Il costo dell’intera attrezzatura per dedicarsi alla screma è di 500, 600 euro, ma dura per molti anni e ne vale davvero la pena per chi vuole iniziare a vivere emozioni particolari ed incantevoli. Molta l’attesa nella città di Sulmona che, per tre giorni, sarà di diritto capitale nazionale della scherma. Menzioniamo anche che la scherma è immortalata anche nella storia del cinema ad esempio nel film Scaramouche del 1952, del celebre Regista George Sidney, pellicola cinematografica entrata di diritto nella storia del cinema in quanto ha uno dei duelli di scherma fra i più lunghi della storia, con i Suoi sei minuti esatti, fra Scaramouche interpretato dall’attore Stewart Granger che, dietro la maschera di Scaramouche, in realtà è Andrè Moureau, e l’attore Mel Ferrer il quale interpreta il Marchese Noel De Maynes; il duello si svolge all’interno di un teatro.

Il termine scherma deriva dall’abilità e dalla capacità di una persona di far uso della spada, nonché dalla realtà di coprirsi, di proteggersi. Le prime realtà della scherma risalirebbero agli antichi Egizi, per poi progredire nella storia e diffondersi in tutto il mondo, in tutti i continenti. La scherma è quindi stata sempre protagonista nella storia, nei secoli, per giungere ad esserlo anche nel mondo moderno e nella storia del cinema costituendo un patrimonio di agonismo, emozioni, gioie indimenticabili e straordinarie.

Andrea Pantaleo

Leave a Reply


Trackbacks