Venerdi, 19 aprile 2019

Itinerari d’Abruzzo/2: la Famiglia Tabassi presente anche a Celano


2019/02/12 13:150 comments

   Sulmona, 12 febbraio– Restiamo ancora a Celano, magnifico feudo dell’Abruzzo insito nella Marsica ricco di storia, monumenti, bellezze artistiche, per argomentare ancora sul legame storico di rilevante importanza fra la città di Sulmona e Celano per la presenza anche nella Universitas di Celano di una delle più vetuste ed aristocratiche famiglia dell’Abruzzo, quella dei Baroni Tabassi, presenti non solo nella millenaria città di Sulmona, ma in molte altre località non solo d’Abruzzo.

Anche a Celano, nel centro storico nei pressi del  castello, vi è una dimora, un palazzo incantevole e sulla facciata, che si riversa lungo la strada, vi è un’iscrizione lapidea datata 17 marzo 2011, affissa per onorare e rimembrare il centocinquantesimo anniversario dell’Unità d’Italia. In questo antico palazzo sono venuti alla luce Giampietro e Panfilo Tabassi, immortali ed indimenticabili Patrioti, i quali hanno dato lustro a Celano e sono stati indiscussi protagonisti e fautori degli avvenimenti legati alle imprese eroiche dell’Unità d’Italia, di cui ricordiamo le centouno battaglie occorse al fine di unire il suolo italiano in un’unica Nazione, con un’unica bandiera. Per l’appunto il 17 marzo del 2011 si è apposta la lapide nella muro del palazzo a suggellare ed immortalare gli avvenimenti della storia. Panfilo e Giampietro Tabassi avranno un ruolo di protagonisti negli avvenimenti del Risorgimento Italiano. Essi sono due figure storiche di Celano, del Risorgimento Italiano, dell’Unità d’Italia.

La Famiglia Tabassi è presente anche a Sulmona nella quale rimembriamo ancora una volta l’incantevole Palazzo sito nel centro storico della città, in Via Ercole Ciofano, acquistato dalla famiglia Tabassi il 13 settembre 1672 dalla nobile famiglia De Capite; il rogito notarile è stato redatto e siglato dal Notaio Filippo Nanni di Sulmona. Oltre alla dimora i Tabassi acquisteranno con il medesimo rogito notarile anche il Feudo di Musellaro, di proprietà sempre della Famiglia De Capite. La famiglia Tabassi è stata ascritta al Patriziato Romano sin dalla seconda metà del XVII secolo ed è stata censita nella città di Sulmona nell’anno 1572; hanno vantato Magistrati, Mastrogiurati, membri della Corte di Napoli, Giudici a Contratti, appartenenti agli Ordini Ecclesiastici, Procuratori dell’Annunziata, Governatori della città, Avvocati, Cavalieri d’Arme uomini di cultura e di pensiero, Poeti, hanno vantato legami con la Regina Giovanna d’Angiò, ed altro ancora. Ricordiamo il Motto secolare della genia che è il seguente “Nunquam Obliviscar”, nonchè la scritta SPQR (Senatus Populusque Romanus) collocata nel loro stemma di famiglia posto su un magnifico portale in legno di noce nel piano superiore del loggiato del palazzo Sulmonese.

L’insegna araldica della genia ha la seguente definizione araldica: “d’argento, alla fascia diminuita, caricata della sigla SPQR di nero, sostenente un ramo di rosaio fogliato di quattro pezzi, fiancheggiato da due draghi uescenti e affrontati; la fascia accompagnata in punta da una rosa, il tutto di rosso”. La famiglia risulta nell’elenco del censimento della città di Sulmona datato 21 dicembre 1572, con i magnifici Scipione, Filippo, Pompeo. Gio. Battista, Flaminio, ed infine Tomaso. In data 21 dicembre 1572 per l’appunto il Re di Napoli conferisce incarico di stilare il censimento delle famiglie più in vista della millenaria città di Sulmona.

  Rimembriamo il nobile Scipione Tabassi colui che si aggiudica la vittoria nell’ultima o in ogni modo in una delle ultime edizioni della Giostra Cavalleresca antica della città di Sulmona; corre l’anno 1643 ed egli si impone al nobile Scipione Aldana. La presenza della famiglia Tabassi anche a Celano realizza un importante riferimento storico fra la città di Sulmona e Celano; ricordiamo ancora che l’Universitas di Gagliano Aterno è appartenuta alla Contea di Celano, ed il Castello Gaglianese è stata una delle residenze fra le più illustri dei Conti di Celano. Collegamenti storici di rilevante importanza quelli dei feudi Abruzzesi a suggellare un itinerario storico prestigioso. La Famiglia Tabassi ha avuto legami e parentele illustri  sia con la nobiltà Abruzzese, sia con famiglie aristocratiche d’oltre Regione. Celano e Sulmona sono unite in maniera indissolubile grazie alla famiglia Tabassi la quale ha contribuito in maniera autorevole a fare la storia dell’Abruzzo e del Regno.(h. 13,00)

Andrea Pantaleo

 

 

Leave a Reply


Trackbacks