Mercoledi, 19 dicembre 2018

Inaugurata a Sulmona la Villetta di Piazza del Carmine


2018/12/01 17:180 comments

 

Sulmona,1 dicembre– Inaugurata questa mattina a Sulmona  la villetta sita in piazza del Carmine, riconsegnata alla città, a seguito di lavori di ripristino e restauro. Presenti il Sindaco della Città Annamaria Casini, l’Assessore Nicola Angelucci, il Consigliere Comunale Roberta Salvati, l’Ingegnere Fabrizio Petrilli, l’Architetto Massimo Giorgi Piccirilli e molti cittadini desiderosi di non voler mancare. Non sono mancati i curiosi del caso per una giornata dedicata al verde pubblico e ai giardini pubblici della città. La cerimonia religiosa di benedizione è stata officiata da Don Gilberto Uscategui, il quale ha ricordato i valori della Fede Cristiana, soffermandosi  sull’importanza che il verde pubblico i giardini pubblici hanno per la collettività, rappresentando un luogo di incontro e socializzazione.

Non è mancato il momento melodioso dedicato alla musica tradizionale abruzzese con il gruppo musicale “Amici del dù botte gruppo Folk Suoni del Morrone” costituito da Augusto Sabatini, Bernardino Di Iorio, Antonio Cifani, Tullio Cinque alle fisarmoniche, ed Enzino Vinci alla chitarra quale prezioso, secolare momento musicale Abruzzese, i quali hanno eseguito melodie e composizioni tradizionali della musica della Regione Abruzzo, generando particolari emozioni. Nel verde della villetta di Piazza del Carmine non manca una lapide avente incisa un’iscrizione lapidea di un’imperitura asserzione del Sommo Poeta Latino Sulmonese Publius Ovidius Naso elegia nell’opera Tristia: “Sulmo Mihi Patria Est Gelidis Uberrimus Undis”, tratta per l’appunto dall’Opera Tristia, composta durante il lungo esilio di Ovidio nella città rumena di Tomi, oggi Costanza, attendendo sino alla morte un’indulgenza che mai giungerà. L’assessore Nicola Angelucci nel Suo intervento ha ricordato l’architetto Antonio Giovannucci, che ha curato la realizzazione dell’opera, riconsegnata  ed ha ringraziato tutta la squadra lavori. Il verde pubblico è luogo di aggregazione, svago, socializzazione.

   L’area è stata sottoposta alla video sorveglianza al fine di scongiurare eventuali atti vandalici. La cerimonia odierna è stata anche un momento di ricordi se solo si pensa e ci si sofferma agli alberi vetusti, i quali sono stati recisi, che hanno rappresentato per molto tempo una realtà affascinante e preziosa la quale ornava lo spazio pubblico dei giardini di Piazza del Carmine ed il secolare Acquedotto il quale orna Piazza Garibaldi, un tempo Piazza Maggiore. Da oggi il giardino pubblico di Piazza del Carmine di Sulmona, inizia una nuova avventura che rappresenta il proseguo dell’itinerario e della funzione che essa continuerà ad avere non soltanto per Sulmona, ma anche costituita dai molti turisti che, da sempre, giungono in  città Patria di Ovidio, per ammirarne le bellezza, l’architettura, la storia millenaria intramontabile ed immortale.  (h. 17,00)

 

Andrea Pantaleo 

Leave a Reply


Trackbacks