Giovedi, 23 maggio 2019

In politica non basta strillare servono fatti. Ora il Pd faccia chiarezza


2019/04/17 07:321 comment
  • Tanto tuonò che piovve. La vicenda grottesca della scelta del Pd cittadino di passare dall’opposizione al sostegno della Giunta  Casini al Comune di Sulmona e la forte reazione del direttivo sezionale ha fatto molto rumore in Abruzzo tant’è che la Segreteria regionale ha deciso di Commissariare il Circolo di Sulmona. D’altra parte da molti mesi  il partito era diventato uno strano fantasma: pochissime riunioni, scarse posizioni politiche e sopratutto tante critiche da parte degli iscritti e militanti. La comunicazione ufficiale è arrivata nella serata di ieri mentre i tre Consiglieri comunali tenevano una conferenza stampa  e lanciavano pesanti accuse alla dirigenza provinciale. Un fatto gravissimo che non trova precedenti della storia politica e che sicuramente avrà ripercussioni pesantissime. Ma da  ieri sera si sono attivati anche molti iscritti infastiditi di questi comportamenti che hanno deciso di prendere carta e penna e investire la Segreteria nazionale del Partito democratico mentre altri ancora minacciano l’abbandono in massa. Insomma dopo lunghi silenzi ora arriva la confusione. Mentre la città è in agonia. Ecco il testo della nota

 

Sulmona,17 aprile– Con una nota del Segretario regionale Renzo Di Sabatino del 13 aprile scorso è stato disposto il commissariamento del Circolo del Partito democratico della città di Sulmona. Una decisione già notificata al Segretario cittadino Sergio Dante lo scorso 28 marzo ma che ha dovuto attendere il parere della Commissione regionale di Garanzia per essere ufficializzata e definita con la nomina a Comissario del Segretario provinciale Francesco Piacente. “Il segretario regionale ha ritenuto di nominare il sottoscritto Commissario dopo aver incontrato i componenti della segreteria cittadina dimissionari e dopo varie interlocuzioni con il segretario Dante. Sarà una gestione commissariale con tempi brevi e obiettivi determinati: restituire al partito sulmonese una linea politica chiara, aprire il partito alla città e svolgere al più presto un congresso che restituisca agli iscritti nuovi organi dirigenti.” La vicenda trae origine dalla crisi del Circolo a causa dell’appoggio garantito dai consiglieri comunali alla Sindaca Casini. Una decisione dei consiglieri PD che determinò le dimissioni in blocco della segreteria cittadina e del Segretario (dimissioni poi ritirate). ” Per prima cosa incontrerò i componenti della segreteria dimissionara e poi i consiglieri, dando seguito alla loro richiesta di essere ascoltati. Ma oltre questi atti dovuti il lavoro del breve commissariamento sarà concentrato su un nuovo rapporto con le forze vive della città e sulla apertura di un rinnovato dialogo con le forze politiche e civiche del centrosinistra. Va riaperta in città e nel territorio della Valle Peligna una nuova stagione di impegno e iniziativa politica”.

1 Comment

  • Antonio Puccini

    …che comincino a fare la cosa più ovvia: che tengano aperta la sezione, in modo da accogliere coloro che intendono interloquire e , magari, iscriversi.
    E’ tristissimo per chi quella sede ha frequenato, discutendo, anlizzando, polemizzando, proponendo…
    Fate risuscitare la sezione sulmonese o scomparite per semre…

Leave a Reply


Trackbacks