Politica

Il Ministro Di Maio in città per sostenere la coalizione ‘Liberamente Sulmona’

Sulmona, 13 settembre– Visita questa mattina nella città di Sulmona, del Ministro degli Esteri Luigi Di Maio, a sostegno della coalizione Liberamente Sulmona la quale ha come candidato alla carica di Sindaco Gianfranco Di Pero. La manifestazione è stata organizzata dal Movimento Cinque Stelle forza politica che, in questa tornata elettorale cittadina, fa parte della coalizione.

Del  raggruppamento politico fanno parte  cinque liste  Sulmona libera e forte, SBIC Sulmona bene in comune, Movimento cinque stelle, Partito Democratico, Intesa per Sulmona. Presenti la Senatrice Gabriella di Girolamo,il candidato Sindaco Gianfranco Di Piero, candidati consiglieri, cittadini comuni desiderosi di non voler mancare.A mezzogiorno circa il Ministro Luigi Di Maio ha percorso a piedi Corso Ovidio, per giungere in Largo Degli Orefici vicino la fontana secolare all’imbocco di Vico del Vecchio,dove è stata allestita la manifestazione elettorale.

Il Ministro ha ricordato gli impegni in prima linea dell’Italia nella gestione della crisi dell’Afganistan e per gli aiuti internazionali, nell’accogliere i profughi afgani.Ha precisato l’impegno dell’Italia in ambito internazionale per la salvaguardia dei valori della pace, solidarietà, salvaguardia dei diritti umani, pilastri dell’intera società . L’evento è stata l’occasione per promuovere il programma elettorale del raggruppamento politico, dei prodotti locali. Nel programma elettorale vi è l’impegno per la promozione di un turismo sempre più di qualità, dei prodotti tipici locali, far conoscere la storia, le bellezze, l’arte culinaria della millenaria città di Sulmona; molte le peculiarità esistenti nel territorio della città di Sulmona che s’intendono portare avanti, fra le quali il rinomato aglio rosso di Sulmona di cui andrebbe potenziata la produzione.

La politica senza partiti non è possibile ed il candidato alla carica di Sindaco ha ricordato che, la città di Sulmona, deve tornare nei tavoli decisionali, ad avere il ruolo che le compete nella politica regionale. Gianfranco Di Piero ha ricordato il difficile momento per la politica estera mondiale e, grazie al Governo Draghi, all’azione del Ministro degli esteri, la Repubblica Italiana è in prima linea protagonista nel mondo nella salvaguardia dei valori della civiltà, di pacificazione in soccorso delle popolazione afgane. Vi un’azione umanitaria da parte del Governo italiano encomiabile, di grande esempio internazionale. La presenza del Ministro Luigi Di Maio in città, ha aggiunto  Di Piero, è dimostrazione che il Ministro è l’ambasciatore della città di Sulmona nel mondo, patria di uomini di pensiero, politici illustri d’eminente spessore, la quale ha dato i natali al poeta latino Publius Ovidius Naso. Non è mancato il riferimento agli scritti di Ovidio, il quale ha decantato anche la preziosa acqua di Sulmona.

 Di Maio, ha sentito l’onore ed il piacere di ossequiare il pensiero di Ovidio, sorseggiando l’acqua che sgorga dalla fontana sita all’ingresso di Vico Del Vecchio, insieme al candidato Gianfranco Di Piero e alla Senatrice Gabriella di Girolamo;la memoria è corsa lontano, alla millenaria storia di Sulmona, verso la figura immortale di Ovidio, con la sua genialità ed opere che ha lasciato ai posteri.Il Ministro  nel suo intervento  ha precisato che, il territorio di Sulmona, non ha nulla da invidiare agli altri in quanto ha delle eccellenze straordinarie. Per promuoverle vi è l’esigenza di avere amministratori locali all’altezza del compito

Il ministro ha precisato che sono in arrivo 230 miliardi di euro per l’Italia da spendere in tre anni. Sono arrivati già come acconto 25 miliardi di euro. Questi soldi dovranno essere impiegati con esperienza, professionalità, competenza, al fine di dare all’Italia il giusto apporto. Questi denari saranno impiegati per due temi fondamentali: digitalizzazione ed ecologia, ma che vuol dire anche fondi per le infrastrutture dei comuni, i trasporti nei comuni, il lavoro delle imprese, la riconversione industriale delle imprese. Occorre attuare innovazioni al fine di far competere l’Italia alle sfide dettate dalla globalizzazione dell’economia. Il Ministro ha ricordato inoltre che, gli stati dell’Unione Europea, si sono indebitati al fine di dare i soldi all’Italia. La Repubblica Italiana è la prima nazione degli stati membri dell’Unione Europea per i fondi elargiti. Anche la politica locale deve fare la sua parte fondamentale nella gestione della res pubblica, quindi occorre avere alla carica di Sindaco e di amministratori comunali  persone d’esperienza, con visione lungimirante, all’altezza dell’incarico politico. Occorrono quindi competenze valide per affrontare le sfide che attendono tutti. La nostra nazione è leader mondiale dell’esportazione di prodotti italiani, che rappresentano il pilastro dell’economia italiana nel mondo. L’export italiano ha il primato di 250 miliardi; ciò significa che le imprese italiane stanno vendendo i loro prodotti nel mondo in maniera straordinaria. Anche i comuni devono fare la loro parte in questi primati italiani nell’economia del mondo.

 

Andrea Pantaleo

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.