Giovedi, 21 febbraio 2019

Il cuore d’Abruzzo batte per il Venezuela


2019/02/05 09:160 comments

 Sulmona, 5 febbraio L’appello – sottoscritto da varie associazioni di italiani attive in Venezuela – al Presidente della Repubblica Italiana affinché l’Italia aderisca alla linea che stanno seguendo gli altri paesi europei, sostenendo la presidenza provvisoria di Juan Guaidó, presidente del parlamento venezuelano eletto democraticamente. Una prospettiva – quella del superamento del regime Maduro – guardata con speranza dai stragrande maggioranza dei venezuelani e dai tanti nostri connazionali che vivono nel paese sudamericano, i quali negli ultimi anni stanno vivendo un crescendo inenarrabile di difficoltà. Un paese sull’orlo di catastrofe umanitaria. L’appello della Federazione delle Associazioni Civili Abruzzesi e Molisani del Venezuela. Appena qualche giorno era stato rivolto un appello analogo diretto al Governo italiano tramite l’ambasciatore d’Italia in Venezuela Silvio Mignani. Analoga richiesta era emersa nella giornata di sabato, in occasione di una grande manifestazione che si è svolta a Pescara organizzata dagli italo-venezuelani, seguita con emozione e partecipazione da tanti cittadini. Molti provenivano anche da regioni vicine. Testimonianze sulla situazione sempre più drammatica che vive la popolazione venezuelana, tra cui la circostanza che l’Italia non prenda una posizione chiara è vissuta con grande amarezza e senso di abbandono da parte del paese d’origine di tanti emigranti. Ecco il testo della lettera inviata al Presidente Mattarella

 Illustrissimo Presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella, 

ci rivolgiamo a Lei nel suo ruolo di super partes, primo cittadino dello Stato Italiano e rappresentante di tutti gli italiani in Italia e nel mondo, quindi anche degli oltre 150.000 italiani in Venezuela. 

Interpreti di quella che è un’opinione e un sentimento diffuso nelle principali organizzazioni e persone che compongono la comunitá ítalo venezuelana, costituita da piu di 2 milioni di italici venezuelani, vogliamo far sentire la nostra perplessitá sulla posizione presa dal Governo Italiano nelle ultime ore nei riguardi della delicata situazione del Venezuela. 

La Comunità Italo Venezuelana, identificata nei valori e tradizioni italiane è, allo stesso tempo, fortemente identificata con quella venezuelana. E come cittadini venezuelani viviamo e ci identifichiamo con l’85% dei venezuelani che oggi chiede un cambio del suo sistema politico dentro le norme democratiche previste nella costituzione del Venezuela. 

Chiediamo al Governo Italiano di aderire alle decisioni dell’Unione Europea per contribuire così al riconoscimento costituzionale di Juan Guaido come presidente ad interim, nominato dall’Assemblea Nazionale, l’unico organo legalmente costituito in Venezuela e con il potere di esercitare il suo incarico per indire prossime elezioni in Venezuela, come ordinato dalla Costituzione della Republica Bolivariana del Venezuela, una volta rinnovati i poteri pubblici scaduti da lunga data. 

 

 

Sottoscrivono in Caracas il 2 febbraio 2019

o Asociación Abruzzesi de Aragua 

o Asociación Abruzzese y Molisana en el Mundo de Carabobo. 

o Asociación Emilia Romagna de Aragua 

o Asociacion Lazio de Carabobo. 

o Asociación Molisani de Aragua 

o Asociación Pugliesi de Aragua 

o Asociación Siciliani de Aragua 

o Asociación Toscani de Aragua 

o Associazione Campania Carabobo. 

o Associazione Pugliese di Carabobo. 

o Campani de Aragua 

o CAVENIT Camera Venezuelana Italiana di Commercio e le sue filiali territoriali 

o Comitato Assistenza Emigranti. COM.ASS.EMI 

o Consultore Regione Campania in Venezuela. 

o FAIV Federación de Asociaciones Italo Venezolanos (23 Centri Italiani). 

o Federazione Campani in Venezuela. 

o FEGIV Federazione di Giovani Italo Venezuelani 

o ITALICOS Social Network 

o Missione Cattolica Italiana. 

o Movimiento Laico Scalabriniano 

o Società Dante Alighieri del Venezuela. 

 

 

 

 

Leave a Reply


Trackbacks