Attualità

I ragazzi non vedenti scoprono gli sport acquatici

 

A  Pescara  i ragazzi dell’Unione Italiana Ciechi hanno incontrato gli atleti della Lega Navale italiana, nella sede dell’ente pescarese, per vivere  grazie all’affetto e  alla professionalità dello staff  un’esperienza indimenticabile che sarà solo la prima di una lunga serie

Pescara, 12  luglio Una mattina diversa dal solito, alla Lega navale di Pescara, una mattina all’insegna dell’inclusione e dell’accessibilità, perché la difficoltà fisica non può e non deve limitare la vita sportiva di nessuno. Domenica scorsa  i ragazzi dell’Unione Italiana Ciechi hanno incontrato gli atleti della Lega Navale italiana, nella sede dell’ente pescarese, per vivere un’esperienza indimenticabile che sarà solo la prima di una lunga serie: kayak, barche a vela e sup in acqua per divertirsi insieme e imparare senza timori, sperimentando le mille sensazioni che il mare può regalare.

Nel corso dell’evento, organizzato da Lni Pescara, Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Pescara e Lions Leo Club di Roma, con la collaborazione della Fondazione PescarAbruzzo e delle Cantine Maligni, i ragazzi hanno potuto apprendere i primi rudimenti di vela, kayak e sup, grazie all’aiuto di istruttori, atleti e soci della Sezione.

Marco Dainese, vicepresidente della Lega Navale di Pescara, si è detto soddisfatto dell’evento: “Per noi è stata un’esperienza bellissima, i nostri piccoli atleti erano intenti ad aiutare i loro coetanei con premura ed attenzione. Crediamo che questo atteggiamento valga molto più di tante medaglie vinte. Al termine dell’evento sono nate molte amicizie, i ragazzi si sono scambiati i numeri e credo proprio che si incontreranno presto”.

 

“L’evento è stato accolto con entusiasmo da tutti i presenti”, aggiungono la presidente del Lions Leo Club di Roma, Antonella Teodori e il presidente dell’Unione Ciechi e Ipovedenti di Pescara Gabriele Colantonio, “abbiamo raggiunto l’obiettivo principale: realizzare una giornata di sport ed inclusione, grazie alla cooperazione e all’interazione fra tutti i partecipanti, vedenti e non vedenti. A termine delle attività si è anche svolto un pranzo sociale, in un clima di convivialità e aggregazione. Siamo stati accolti con professionalità e affetto dallo staff della Lega Navale e ci siamo sentiti a casa! Salutandoci, ci siamo ripromessi di organizzare presto altri eventi”. (h.8,30)

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.