Domenica, 11 febbraio 2018

E Federica Chiavaroli adotta… Sulmona


2018/02/06 22:161 comment

 

Sulmona, 6 febbraio- Tempi di elezioni ma anche tempo di bilanci  di proposte e di buoni propositi. E così Federica Chiavaroli, Sottosegretario di Stato alla Giustizia e candidata al Senato nel collegio uninominale Chieti-Pescara ha scelto proprio Sulmona  per lanciare la sua campagna elettorale per il prossimo 4 marzo.

E lo ha fatto  nel modo più semplice e concreto, com’è il suo carattere, incontrando un gruppo di amici sulmonesi, giornalisti, rappresentanti del Circolo Pd e di alcune categorie produttive. A loro ha raccontato  con grande franchezza la sua storia personale e professionale, il suo rapporto con la nostra città dove vivono i parenti del marito e dove viene spesso. Poi ha raccontato la sua esperienza in politica quando entrò, giovanissima, la prima volta in Consiglio regionale nel 2008 dopo il terremoto giudiziario con la giunta Del Turco e poco prima di quello più brutto del 6 aprile 2009 che distrusse la città capoluogo di Regione. dove iniziò la sua esperienza di consigliera regionale nella squadra di Gianni Chiodi.

Poi l’elezione in Parlamento  con tanto lavoro nella Commissione bilancio e  il suo ingresso nel Governo in un Ministero assai delicato come quello della Giustizia con tanto impegno  per il ruolo che svolge il Supercarcere e le sue strutture e poi la battaglia ancora aperta per salvare  i  piccoli tribunali. E per il futuro? Tanta buona volontà ed alcune belle idee sopratutto per il sociale come quella degli asili nido per tutti, la lotta alle nuove povertà, più attenzione per quanti soffrono un disagio. Sarà stata la semplicità del linguaggio o la semplicità di un politico che avverte certe sensazioni dei bisogni della  gente e rifiuta  le grandi strategie e le filosofie della politica, le demagogie ma anche le ipocrisie.. Sarà che questa città vive da alcuni anni uno strano rapporto con la politica, quella buona, e una conflittualità permanente con quanti la città la usano (male) e la danneggiano. Sta di fatto che quando dall’assemblea qualcuno ha chiesto a Federica di “adottare la città” e magari il territorio il sorriso consenziente della donna semplice e del politico anomalo ha catturato un lungo applauso. E di questi tempi politici che raccolgono applausi da queste parti non ne abbiamo incontrato tanti in giro. Anzi

 

( foto di Teodoro Marini)

 

1 Comment

  • Sarebbe il caso che non ci adottasse più alcuno.
    Ci adottò Chiodi, lo ha fatto D’Alfonso ed i risultati sono più che evidenti. Neanche chi ci dovrebbe rappresentare direttamente ci ha portato benefici, anzi.
    Abbiamo avuto due, dico due rappresentanti al Parlamento; in passato rappresentanti catapultati e Sulmona, ormai, è divenuto un paesotto, nel quale non esiste più rappresentatività, siamo al collasso, con una Amministrazione comunale, che si è inchinata ai giochi della Regione intenta a spoliarci di ogni cosa, in primis la sanità. Ma cosa potrebbe promettere la Chiavaroli? ” A Voi ci penso io, state sereni “

Leave a Reply


Trackbacks