Cultura

editoria: “Dietro il sipario”, il libro di Gianni Orecchioni

Sulmona, 22 settembre– Il libro appena uscito di Gianni Orecchioni dal titoloDietro il sipario (Carabba, Lanciano 2020) sul libro e la vita di Maria Eisenstein, appare ed è l’introduzione all’ “Internata numero 6” pubblicato la prima volta nel 1944, analizzato in piena libertà.

Libertà di lettura critica del testo e ricerca libera e approfondita del contesto. Un bellissimo prologo per il libro della Eisenstein, ebrea polacca.

Orecchioni, esperto da sempre di ricerca storica con particolare riferimento al campo di internamento femminile di Lanciano, pone le basi per una lettura integrale e complessa del libro della Eisenstein. Un libro-monumento che non è solo autobiografico, storico, ma opera d’arte letteraria, come una sceneggiatura da teatro.

Orecchioni indirizza sinteticamente ad una lettura vasta,  interessante, completa dell’opera “L’internata numero 6“, avvalendosi della ricerca di Spartaco Capogreco e definendola «un inno alla liberta’ di rara bellezza».

Libertà  nella pluralità di senso, da quello umano-individuale  a quello artistico-letterario.In sintesi una guida per la lettura e per una conoscenza più approfondita del libro e dell’autrice.Il libro di Orecchioni si conclude con una Appendice “nuova e interessante”: la descrizione biografica delle singole donne internate a Villa Sorge.

Un panorama che accompagna la vita e la storia della Eisenstein.Un quadro di donne nella sofferenza e nella devastazione della dignità femminile.Orecchioni ne aveva già trattato nel libro “I sassi e le ombre“, altrettanto importante quanto questo. Un lavoro, il suo, profondamente vissuto da anni e realizzato come «un affamato di storia, un mangiatore di uomini (anche se in questo caso di donne)», per usare le parole di Jacques Le Goff su Marc Bloch, l’autore di “Apologia della storia“, ebreo, ucciso dai nazisti il 16 giugno 1944. Sia Capogreco che Orecchioni hanno sempre sottolineate l’importanza e la necessità di far conoscere e leggere, nella scuola, il libro della Eisenstein, come quello di Primo LeviSe questo e’ un uomo“. Due libri indimenticabili.

 A Lanciano, Costantino Di Sante, Gianni Orecchioni e Maria Rosaria La Morgia hanno presentato il libro ad un pubblico seriamente interessato per una storia che ha segnato la vita della città negli anni di guerra.

Mario Setta

 

_______________________

“DIETRO IL SIPARIO”

Maria Eisenstein e l’invenzione del diario,

di Gianni Orecchioni

Prefazione di Dacia Maraini

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.