Sabato, 11 novembre 2017

Economia: Ronci, il sistema produttivo abruzzese deve cambiare passo


2017/10/08 17:540 comments

Sulmona, 8 Ottobre– La perdita di imprese in Abruzzo dal 2014 al 2016 (-2.435) è da ascrivere in particolare all’artigianato e comunque sarebbe stata molto più pesante se non si fossero verificati una forte crescita delle imprese della ristorazione e un consistente incremento nel settore dei servizi.Lo rileva uno studio del prof. Aldo Ronci sulla dinamica delle imprese in Abruzzo nel periodo 2014-2016

Se si aggiunge che nello stesso periodo

  • la popolazione ha subito una flessione di 11.692 abitanti e tale flessione è stata dello 0,88% pari a due volte e mezzo la decrescita italiana di appena lo 0,32%,

  • il PIL Abruzzese (dati Svimez) ha registrato un incremento di appena lo 0,5% pari ad un quarto di quello italiano (+1,8%) e che nel solo 2016 ha registrato una flessione dello 0,2% a fronte di una crescita media nazionale dello 0,9%, registrando il secondo peggior risultato tra le regioni italiane,

si conferma lo stato di grave crisi in cui versa l’economia abruzzese.

 Secondo Ronci “Il sistema produttivo abruzzese ha bisogno di cambiare passo e ciò può avvenire soltanto se si riesce a migliorare la competitività delle imprese (in particolare delle micro-imprese) e l’intervento della Regione Abruzzo più importante ed efficace in questo senso deve orientarsi nella messa a disposizione di servizi e risorse capaci di attivare innovazioni” (h.18,00)

Leave a Reply


Trackbacks