Cultura

E’ uscito il numero di Novembre  della rivista Verbum Press

 

Ricco di interessanti articoli e contributi il bimestrale di Cultura e Società, edito da VerbumlandiArt

 

L’Aquila,18 novembre – E’ uscito da qualche giorno il numero di Novembre 2020 della rivista online Verbum Press, edita dalla Associazione internazionale VerbumlandiArt, di cui è presidente l’operatrice culturale e scrittrice Regina Resta. Tutti i numeri sono consultabili gratuitamente sul sito web dell’Associazione https://www.verbumlandiart.com/ e il corrente numero sul link qui di seguito.

 https://www.verbumpress.it/wp-content/uploads/2020/11/GIORNALE.pdf

Nel corso del 2020 l’editore VerbumlandiArt ha dato alla luce cinque numeri, se si considera anche il numero zero uscito in attesa della registrazione della testata. La rivista fu presentata alla stampa il 24 gennaio scorso in un evento tenutosi a Roma presso la sede centrale della Dante Alighieri, nella sala del Primaticcio di Palazzo Firenze.Parteciparono all’evento di presentazione il Direttore responsabile Roberto Sciarrone, docente dell’Università La Sapienza di Roma, e l’intera Redazione composta da Regina Resta (poetessa,  presidente Verbumlandiart), Annella Prisco (scrittrice, critica letteraria, vicepresidente VerbumlandiArt), Fiorella Franchini (giornalista e scrittrice), Tiziana Grassi (scrittrice e studiosa di migrazioni), Sergio Camellini (psicologo e poeta), Marilisa Palazzone (docente), Elisabetta Vaglio (dottore in scienze politiche), Goffredo Palmerini (giornalista, scrittore, vicepresidente VerbumlandiArt), Giancarlo Danieli (grafico, Mariano Comunicazione).

La rivista Verbum Press è stata registrata il 20 maggio al Tribunale di Lecce come periodico bimestrale di Cultura e Società dell’Associazione VerbumlandiArt, con sede a Roma e Lecce. Ha poi ottenuto il codice ISSN online 2724-1378, che ne identifica l’edizione a livello internazionale. Dal corrente numero si avvale della giornalista Domenica Puleio, quale vicedirettore, e di Fiorella Franchini alla vicedirezione editoriale.

Numerosa la squadra dei collaboratori. Nomi di assoluto prestigio e rilievo nel campo della letteratura, delle arti, della critica sociale, della storia, della sociologia e psicologia, anche dall’estero. La testata, sin dal primo numero, ha ricevuto una grande attenzione dal mondo della culturale e della comunicazione, ottenendo un ampio consenso e lusinghieri apprezzamenti per la qualità degli scritti, l’originalità dei contributi e la raffinatezza grafica.

La rivista apre con l’interessante editoriale “La lunga notte americana”, sulle elezioni negli Stati Uniti, del direttore Roberto Sciarrone, che è dottore di ricerca in Storia dell’Europa all’Università La Sapienza. Oltre ai redattori, hanno collaborato a questo numero della rivista, con articoli di grande interesse, Silvia Gambadoro (Giornalista), Elisabetta Bagli (Scrittrice), Pierfranco Bruni (Scrittore, poeta), Martina Bitunjac (PhD, storica, Centro Moses Mendelssohn / Università di Potsdam), Murat Erdin (Writer and lecturer, living in Istanbul), Armando Ginesi (Critico d’arte), Maurizio Vitiello (Critico d’arte), Jean-Pierre Colella (Docente), Maria Giovanna Farina (Filosofa), Paola Giordano (Pittrice), Martina Cardillo (Astrofisica), Barbara Panetta (Scrittrice), Orazio Martino (Music manager & promoter), Enrico Verga (Strategist e senior analyst per aziende e governi), Monica Siclari (Esperta in comunicazione, scrittrice), Mimma Cucinotta (Direttore responsabile Paese Italia Press), Claudia Piccinno (Poetessa, docente), Francesca Anedda (Storica dell’arte), Francesco Lenoci (Docente Università Cattolica Milano), Federico Gentilini (Avvocato), Elzbieta Cywiak (Giornalista), Alessandro Allocca (Giornalista), Pietro Zocconali (Presidente Associazione Nazionale Sociologi, giornalista), Bruno Pezzella (Docente, scrittore), Laura Margherita Volante (Sociologa), Mario Setta (Storico), Marisa Notarnicola (Critico), Giorgio Moio (Critico), Giuseppe Donato (Scrittore).

Molto particolari le copertine, che in ogni numero recano l’immagine di un’opera d’arte di forte presa. Il numero appena uscito propone l’opera “Rotazione 1” di Miriam Rizzo, pittrice e grafica salentina, nata a Gallipoli e laureata presso l’Accademia di Belle Arti di Lecce. La pittura è il suo mondo nel quale si rintana per dare libero sfogo alle proprie pulsioni espressive, finalmente scevra da tabù, stereotipi e condizionamenti, per piacere agli affetti più cari e forse, finalmente, a sé stessa. Da questa fragilità e insicurezza la sua inconsapevole forza che la sprona a nuove sperimentazioni di tecniche e di supporti, sostenute da un eccezionale e congenito senso estetico, che le consentono di fugare il rischio di standardizzazioni e di generare sempre nuove emozioni.

Goffredo Palmerini

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.