Martedi, 19 marzo 2019

Di Rienzo (Pd) e la voglia di riportare il Centro Abruzzo in Regione


2019/01/12 17:072 comments

Antonio Di Rienzo  Capogruppo in Consiglio comunale, medico, con tanta passione dentro è  candidato nella coalizione di Legnini.  Stamani in conferenza stampa ha delineato alcune idee, con grande semplicità e umiltà, invocando la solidarietà  della città e del territorio per affrontare il  tante sfide dei prossimi mesi. Fra i suoi obiettivi una più forte coesione territoriale, una sanità più funzionale ai bisogni della gente e una programmazione attenta per concorrere alle scelte fondamentali della Regione. E non sono mancate alcune bacchettate a chi in questi anni spesso ha voltato le spalle alle attese della gente

 Sulmona, 12  gennaio– Il capogruppo del PD, consigliere di minoranza del comune di Sulmona,  Antonio Di Rienzo, ha ufficializzato oggi la sua candidatura a sostegno della coalizione di Giovanni Legnini, nella corsa alle prossime elezioni regionali del 10 febbraio. Anestesista presso il reparto di terapia intensiva cardiochirurgica di Chieti, Di Rienzo ha incontrato la stampa al Gran Caffè di Sulmona per presentare il suo progetto politico per l’Abruzzo.

“Sono sempre stato di sinistra e credo che il partito democratico non ha perso la sua spinta propulsiva del 2007. Non l’ha persa, ma anzi, ancora di più, oggi rappresenta un punto di riferimento importante. La candidatura di Giovanni Legnini, vicepresidente uscente del CSM a Presidente della Giunta è stato, a mio avviso, un valore aggiunto. Per cui alla chiamata della candidatura del partito mi sono sentito con i miei amici consiglieri Bruno Di Masci e Fabio Ranalli, con il segretario del partito, Sergio Dante, con il vice segretario, Carlo Piccone, e ho deciso di porre a disposizione la mia candidatura.”

Così si è espresso per presentare la sua candidatura a cui ha fatto seguito un discorso per esporre i principali temi del suo percorso politico. Tra gli impegni a cui si dedicherà, la difesa della geografia giudiziaria e una maggiore attenzione ai fondi europei ma come priorità, ci sarà sicuramente quella di rivalutare e rilanciare l’ospedale di Sulmona, battaglia che ha già iniziato in qualità di rappresentante dell’opposizione in Consiglio comunale. “Il nostro ospedale è il presidio sanitario di un comprensorio in prevalenza montano, con tutti i disagi e le difficoltà che questo fatto impone. Per questo ci batteremo allo stremo perché sia classificato come ospedale di primo livello.” E ha continuato: “All’ospedale di Sulmona ci sono ottimi professionisti che bisogna aiutare con nuove assunzioni e nuove attrezzature per permettere loro di fare meglio il proprio lavoro”.

Inoltre, riguardo l’amministrazione comunale ha detto che è stata “resistente ai cambiamenti e non  aperta ai suggerimenti che il suo partito ha proposto.” Con lui si candida nella competizione elettorale nella stessa lista del Pd  anche l’avvocato Valentina Di Benedetto che non è intervenuta alla presentazione per motivi familiari. ( h. 17,00)

Manuela Susi

2 Comments

  • Antonio La Vella

    Fin quando il dominus sarà Di Masci non ci sarà democrazia e sviluppo. Liberiamoci di lui e dei suoi accoliti!!!!

  • Antonio Rosmini

    Ancora Di Masci!!
    Lunga vita a Di Masci, ma a casa sua…

Leave a Reply


Trackbacks