Mercoledi, 15 agosto 2018

Corse Sulmona-Roma: sindaco di Pratola lancia l’allarme su rischio tagli


2018/05/26 14:550 comments
Il taglio di corse da e per Roma appare davvero dannoso per l’intero territorio del Centro Abruzzo che sarebbe nuovamente umiliato da decisioni  scellerate e dal vuoto della politica locale che non sa tutelare gli interessi della comunità. L’iniziativa della Di Nino è apprezzabile e va sostenuta ma analoghe iniziative, magari coordinate, vanno assunte dal sindaco di Sulmona, dal Presidente della Provincia e da chi dovrebbe richiamare l’attenzione del Consiglio regionale e difendere le aree interne. E invece?  Questa parte dell’Abruzzo interno  deve lottare anche per la difesa dei diritti essenziali
Sulmona, 26 maggio– “Il passaggio della gestione dei servizi commerciali dalla Tua alla Sangritana potrebbe portare a un taglio delle corse tra Sulmona e Roma dal prossimo 1 luglio, come prospettato dai vertici della Sangritana ai pendolari in un recente incontro, ed è un’ipotesi da scongiurare a tutti i costi”. L’allarme arriva dal sindaco di Pratola Antonella Di Nino che suona la sveglia alla politica e agli armi amministratori del territorio perché siano attivate tutte le iniziative necessarie per scongiurare i tagli che per la città di Sulmona ed il vasto circondario del Centro Abruzzo sarebbe pesante perché oltre ad aumentare i disagi determinerebbe una riduzione di servizi che non è possibile accettare.
“Alcune corse degli autobus, della mattina e del primo pomeriggio, sono a rischio di soppressione mentre per le rimanenti è previsto il passaggio al centro di Avezzano con tempi dilatati di arrivo difficilmente sopportabili dai pendolari che quotidianamente si recano a Roma. Ho inviato pertanto una lettera ai Sindaci dei comuni interessati, perché sono tanti i cittadini del Centro Abruzzo che si muovono verso la capitale, per promuovere in maniera congiunta le iniziative del caso a iniziare dalla richiesta di un incontro imminente con i vertici della Sangritana per rappresentare la ragioni del mantenimento delle corse attualmente previste.
Non solo, è tempo che vada finalmente attivato il terminal di scambio all’uscita del casello autostradale di Pratola Peligna- ha concluso il sindaco Di Nino- per intercettare le tante corse che da Pescara/Chieti e da Lanciano/Vasto vanno verso Roma, dato che finora il terminal è utilizzato solo dai vettori privati. I collegamenti con la capitale sono centrali per la tenuta e lo sviluppo del nostro territorio e chiedo a tutti i Sindaci di fare questa battaglia”. (h. 15,00)

Leave a Reply


Trackbacks