Attualità

Convegno sulle migrazioni sabato prossimo anche a L’Aquila

Nella Chiesa di S. Francesco Le buone pratiche di accoglienza e integrazione dei migranti nel volume curato da Tiziana Grassi

 

Sulmona,23 gennaio – Una magnifica serata di riflessione, il 20 gennaio scorso a Roma, presso la Rappresentanza italiana della Commissione Europea, alla presentazione del volume “L’accoglienza delle persone migrantiModelli di incontro e di socializzazione”, a cura di Tiziana Grassi(One Group Edizioni). Un pubblico attento e motivato ha partecipato all’evento – annunciato domenica scorsa da un’intera pagina del quotidiano la Repubblica, edizione di Roma – convenuto per ascoltare con grande interesse gli interventi dei relatori Ugo Ferruta, presidente del Movimento Federalista europeo, Marco Damilano, direttore L’Espresso, Giovanni Vetritto, direttore generale Presidenza del Consiglio, Concetta Mirisola, direttore Generale INMP, Mario Morcone, direttore Consiglio Italiano per i Rifugiati, Paolo Ciani, consigliere Regione Lazio, Gian Matteo Sabatino,Comunità di Sant’Egidio,Francesca Pompa, presidente One Group, e Tiziana Grassi, curatrice dell’opera.

Sabato 25 gennaio, alle ore16:30, si terrà aL’Aquilaun convegno sulle migrazioni con la presentazione del libro “L’accoglienza delle persone migranti” (One Group Edizioni) presso Chiesa di San Francesco d’Assisi inPettino. L’evento apre un tour di incontri sul tema nelle città italiane. Non casuale la scelta della città capoluogo d’Abruzzo in quanto nel volume è ampiamente riportata, in uno con la secolare storia aquilana di accoglienza e multiculturalità, la buona pratica operata nella popolosa Parrocchia di Pettino. Nel ponderoso volume curato da Tiziana Grassied edito da One Groupl’esperienza è raccontata nel contributo firmato da Goffredo Palmerini con un’intervista al parroco don Dante Di Nardoe con la toccante testimonianza di uno dei migranti accolti in quella parrocchia.

Alla presentazione del volume parteciperanno don Dante Di Nardo, direttore Caritas diocesana, Mackda Ghebremariam Tesfau, Refugees Welcome Italia, Goffredo Palmerini, giornalista e scrittore, Francesca Pompa, presidente One Group, e la curatrice dell’operaTiziana Grassi. Modererà gli interventi il giornalista e scrittoreAngelo De Nicola. Il M° Andrzej Hanzelewiczeseguirà un intermezzo musicale, Adriano Sabatinileggerà brani tratti dal volume, Giuliana Prescenzodeclamerà due sue poesie sulle migrazioni. L’artista Duilio Chilanteesporrà la tela “Le carrette con i morti in mare” che inaugura il suo ciclo pittorico della Via Luciscomposto da 15 “stazioni”, un percorso nel Calvario del XXI secolo.

Il libro di Tiziana Grassi, insigne studiosa di fenomeni migratori, giornalista e scrittrice, con prefazione del Presidente del Parlamento Europeo David Sassoli, è un testo corposo di alto valore scientifico, civile e sociale in un tempo in cui la verità del fenomeno migratorio ha subìto le più bolse torsioni ad uso e consumo d’una politica che alla responsabilità di governo ha sostituito la propaganda elettorale. Il volume affronta il fenomeno migratorio in tutte le sue peculiarità e sfaccettature, fornendo un quadro d’insieme di voci e testimonianze dal quale può ricavarsi un’idea oggettiva e compiuta della “questione delle migrazioni” che controverte l’enormità delle distorsioni che da tempo una certa narrazione del fenomeno sta inoculando nella società italiana.

Dunque un’opera di notevole interesse, un’antologia delle migrazioni che ha impegnato non poco la curatrice: 128studiosi, ricercatori, rappresentanti di istituzioni, giornalisti, operatori sociali e umanitari; 976giorni di lavoro; 784pagine; 21Facoltà, Dipartimenti, Osservatori e Centri di ricerca; 47tra fondazioni, istituzioni, associazioni, onlus, scuole italiane; 4 esempi tra i numerosi Comuni illuminati di un’Italia pensante. Tante le testimonianze, i modelli di buone pratiche, le proposte su un tema centrale del nostro tempo. Tutti i contributi sono tessere rilevanti d’un mosaico di conoscenza che fa piazza pulita d’ogni strumentalizzazione, restituendo la dimensione vera d’un fenomeno epocale che riguarda e riguarderà per molti anni il nostro Paese e l’Europa intera.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.