Martedi, 5 dicembre 2017

Carugno (Psi) sui i nuovi collegi elettorali. E se fosse una opportunità?


2017/12/04 19:300 comments

 

 Sulmona, 4 dicembre Leggo di reazioni più o meno scomposte alla definizione dei collegi elettorali. In particolare gli strali sono rivolti contro la annessione del comprensorio peligno ai territori adriatici. Io penso invece che questa sia una opportunità per dare all’Abruzzo un nuovo disegno territoriale di cui il comprensorio peligno non può che giovarsi. Inizia così una riflessione di Massimo Carugno della Segretaria nazionale del Psi sulla vicenda dei nuovi collegi elettorali

“E’ il classico “primo passo” che può aprire nuove opportunità. Non l’ha prescritto mica il medico che questa Valle debba morire sotto il dominio dell’Aquila. Una città, che pretende che sia intoccabile il suo ruolo di Capoluogo di Regione. Ma, se essere Capoluogo vuol dire essere madre amorevole verso i territori che sono i figli, è una città che non ha ancora dimostrato di meritare di essere né Capoluogo di Regione né quello di Provincia. 

Il nuovo collegio uninominale alla Camera, depurato della città di Chieti e dei Comuni che le sono contigui, potrebbe, infatti, essere il nuovo territorio che, sommato a quello esistente, renderebbe il Tribunale di Sulmona di dimensioni tali da guadagnarsi la salvezza. Negli ambiti forensi si parla da decenni di fare uno studio in tal senso.

Oppure, parlando di sanità, potrebbe essere un nuovo ambito sanitario che, con un conseguente ridisegno e ricalcolo di tutti i parametri, darebbe una diversa valutazione dell’Ospedale Peligno.   Potrebbe infine essere una porta aperta per permettere a questo territorio di cambiare Provincia e approdare verso l’Adriatico. Una breccia per diventare ancora di più un punto nevralgico dell’asse Roma, Avezzano, Sulmona, Pescara fondamentale per i programmi di sviluppo commerciale europei. E sto parlando del famoso Corridoio 5.  Il nuovo collegio elettorale è il classico “incipit”.  È la scintilla- conclude Carugno- che potrebbe innescare una vera rivoluzione liberatoria della nostra storia che va ben oltre la possibilità di mettere un conterraneo al 4 posto di qualche lista con zero possibilità di essere eletto. Ma come al solito lo sguardo dei mie concittadini non arriva oltre S.Panfilo. (h. 18,30)

 

 

Leave a Reply


Trackbacks