Venerdi, 10 novembre 2017

la storia dei ” furbetti”: brutto segnale per la nostra città


2016/10/25 14:390 comments

 

Sulmona-piazza-xx-settembre1 Sulmona, 25 ottobre.- Ora però risparmiateci i predicozzi ed i falsi moralismi. Questa vicenda dei “furbetti del cartellino” come l’ hanno già  chiamata tutti i media nazionali  in queste ore e come ne parleranno domani tutti i giornali è una cosa che non piace ai sulmonesi e che danneggia fortemente l’immagine della città.

Le responsabilità personali saranno valutate  ed eventualmente punite, se del caso, al momento opportuno. Ora  però smettiamola di fare i processi fuori posto. In questa vicenda la politica ha la sua parte di responsabilità. La politica di ieri , e di oggi, chi conosceva l’andazzo e non ha agito e chi ha fatto finta di nulla ed ha chiuso gli occhi. E poi i  dirigenti, ad esempio, ai quali spettano compiti e responsabilità precise, cosa hanno fatto? Quali risultati hanno raggiunto sul fronte della migliore ed efficiente organizzazione dei servizi? E chi ha valutato, e premiato,  il lavoro dei   dirigenti?

Ecco  perché nessuna giustificazione per i “furbetti” ma anche nessuna croce che non meritano oltre le proprie responsabilità. Ultima cosa. Non ci interessano nemmeno  le giustificazioni sgangherate di alcuni amministratori  che  ora vogliono porre rimedio al fenomeno  e perfino “presidiare” i luoghi del controllo dei cartellini. Ma stiamo scherzando. C’è una legislazione moderna ed efficace per i pubblici dipendenti,  basta saperla applicare anche senza fare circolari inutili. Questa è un’inchiesta partita sette mesi fa nel pieno della campagna elettorale dove in tanti sognavano speranze migliori con la nuova amministrazione e dove tanti dipendenti frequentavano più i comitati elettorali (di tutti) che gli uffici comunali. Nessuno se ne lamentava allora

 In questi centoventi giorni di governo dell’Amministrazione Casini i cittadini di segnali nuovi sul fronte dell’efficienza dell’apparato amministrativo, al di là di tante chiacchiere,  non ne hanno percepito nessuno. Quindi non esageriamo a scaricare su altri parte di quelle responsabilità che sono anche  proprie. In una fase così delicata per la nostra città che meriterebbero ben altre considerazioni  i sulmonesi apprezzano più il silenzio  che i moralismi fuori posto di maggioranza ma anche di opposizione. (h. 14,00)

Leave a Reply


Trackbacks