Sport

Annullata l’ottava edizione dell’XTERRA ITALY LAKE SCANNO.

 

L’appuntamento era in programma il 18 e il 19 luglio 2020 ma L’emergenza sanitaria causata dal Covid-19 ha costretto la società sportiva X-TRIBE di Massimo Massacesi e Alex Miconi a rinviare la gold race del più famoso triathlon off road al 24-25 luglio 2021.

 

Sulmona, 14 luglio– Annullato l’appuntamento in programma il 18 e il 19 luglio 2020 per l’ottava edizione dell’XTERRA ITALY LAKE SCANNO.

L’emergenza sanitaria causata dal Covid-19 ha costretto la società sportiva X-TRIBE di Massimo Massacesi e Alex Miconi a rinviare la gold race del più famoso triathlon off road al 24-25 luglio 2021.

Ad aprile la notizia dell’annullamento dell’XTERRA Italy Lake Garda, previsto per il 23 e 24 maggio, ora quella sull’evento abruzzese. Un evento che da sette anni richiama sulle rive del lago a forma di cuore PRO e Age Group internazionali e italiani.

Per effetto domino si sono registrate una serie di cancellazioni aventi come protagonisti numerosi Paesi del circuito di cross triathlon, partendo dal circuito asiatico per poi arrivare in tutta l’Europa e negli Stati Uniti. Rimane invariata, per ora, la tappa di Molveno previsto per ottobre.

“Nel piccolo e suggestivo borgo – si legge- nel cuore del Parco Nazionale d’Abruzzo sulle rive di un lago “a forma di cuore”, XTERRA Italy ha trovato il suo habitat naturale sin dal debutto nel 2013 e da allora il tramonto sul lago è diventato il biglietto da visita di questa tappa internazionale. Ed è proprio qui, tra le vie del paese che prende il nome dallo sperone roccioso a forma di sgabello (dal latino “Scannum”, sgabello) sul quale è appoggiato e nelle acque del suo lago immerso nella splendida fauna e flora abruzzese, che Emanuele Iannarilli  ( nella foto) si cimenterà in una sfida ai propri limiti”.

Infatti, il lago di Scanno è teatro, dal 18 giugno al 19 luglio, dell’impresa 30 for 30 condotta dall’atleta endurance il quale risulta essere molto attivo nelle iniziative XTerra. Iannarilli per 30 giorni consecutivi, ripeterà proprio quella che è considerata la gara più dura al mondo del circuito XTERRA, nel cuore del Parco Nazionale d’Abruzzo.

La prova da Guinness World Record consiste nel ripetere per 30 albe consecutive 1500 metri di nuoto, 32 km di pedalata con 1250 m di dislivello e una corsa di 11 km con 450m di dislivello.

“Una lunga avventura – spiega l’atleta- una sfida con me stesso tra i paesaggi stupendi del Parco Nazionale d’Abruzzo, il Lago di Scanno, i vicoli di uno dei borghi più belli d’Italia dove l’Orso Marsicano, spesso, girovaga indisturbato e convive con la popolazione locale”.

 È proprio quest’ultimo ad essere protagonista di un progetto strettamente collegato all’avventura di sport triplice condotta a Scanno; il progetto “The Bear Land” racconta il ruolo fondamentale che gioca l’Orso Marsicano nel territorio abruzzese. L’obiettivo del progetto è promuovere e difendere, attraverso lo sport outdoor, la cultura della convivenza pacifica con un animale che in questo territorio ha la sua dimora naturale e che spesso è costretto a cedere terreno all’uomo. Il progetto nasce proprio per attirare l’attenzione sulla necessità di rispettare diritti e bisogni di questa specie, imparando insieme ad amarla e tutelarla. E in quest’ottica il Parco Nazionale d’Abruzzo Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise, “The Bear Land”, è il luogo perfetto per la convivenza tra umani, orsi, triatleti, sportivi, appassionati di natura, aria, montagne, sentieri, cibo, pace, quiete e storia.

Un’iniziativa, questa, spinta dalla volontà degli Italiani di promuovere una Terra magnifica coinvolgendo in primis il settore turistico. Una amore dell’Italia per l’Italia che forse riuscirà a far rialzare lo stivale a testa alta dopo la crisi del lockdown.

Chiara Del Signore

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.