Politica

Elezioni: Fiordi:”C’è anche una priorità che riguarda il territorio,una politica nuova per i trasporti”

Proseguiamo  il giro dei nostri incontri con le donne candidate nella varie formazioni per le prossime amministrative di Ottobre.Oggi riflettiamo sulla politica cittadina, sulle sue priorità ed i suoi bisogni con Antonella Fiordi   per la lista  Sulmona Forte e Libera per Gianfranco di Piero sindaco. Quali i problemi e le urgenze? Davvero tanti fra i quali spiccano la tutela ambientale, a cominciare dai rifuti, a quelli dei trasporti. C’è un’altra Sulmona e un vasto territorio  che invocano  politiche nuove per la mobilità a cominciare dal servizi piu’ efficienti, moderni, continui come in tutte le città normali.” Noi ci batteremo anche per questo”

 

Sulmona, 22 settembre -Le energie di cui Sulmona ha bisogno affondano le proprie radici sotto il suolo delle Opportunità. Questa è la parola chiave e il fil rouge che collega le 5 liste scese in campo a favore della candidature di Gianfranco Di Piero.

“Si è veramente liberi quando si vive in un contesto che rende giustizia e libertà ad ogni tipo di ambizione, in cui ogni tipo di opportunità possa essere colta – spiega così Antonella Fiordi, candidato consigliere comunale della lista Sulmona Forte e Libera per Gianfranco di Piero sindaco, e continua – Sulmona deve trasformare i suoi impedimenti in risorse”.

La nostra città in queste settimane veste i panni di un funambolo impaurito che vacilla su di una corda cedevole. Una Sulmona caratterizzata da errori da riparare e da questioni da risolvere.

“Sicuramente una delle prime cose da rivoluzionare a Sulmona è il tema rifiuti. I rifiuti non devono più essere un problema ma una risorsa. Bisogna approfondire sulla qualità dell’acqua e dell’aria perché il quantitativo dei rifiuti arrivati al Cogesa sembra sia superiore al consentito, inoltre sembra che la discarica sia satura. La nostra coalizione ha a cuore l’ambiente e ancor prima la salute dei nostri concittadini. Bisognerà avere cura di colmare il debito ambientale nei confronti delle nuove generazioni, calcolando il deficit che c’è tra aree verdi e spazi cementificati”.

La salute ambientale non è l’unico disagio legato alla cattiva gestione del territorio peligno, i residenti di Sulmona e delle zone limitrofe rivendicano dei collegamenti degni di una cittadina al passo con i tempi.

“Uno dei nostri progetti – sostiene Antonella Fiordi – è sicuramente legato alla sfera dei trasporti. Proprio nei giorni scorsi si è parlato di nuovi collegamenti TUA con la Capitale e della linea ferroviaria Roma-Pescara. Progetti che permetteranno ai nostri concittadini pendolari di potersi muovere senza alcuno sforzo e più velocemente anche verso L’Aquila e Pescara e quindi di poter crescere la propria famiglia serenamente a Sulmona, senza doversi trasferire nelle già menzionate città. Inoltre, sicuramente dovremmo occuparci della questione Magneti Marelli ma in generale di tutta la sfera industriale. Investire nel capitale umano sarà il futuro per tutta l’Europa e quindi Sulmona dovrà avere anche questo compito”.

Le risorse di Sulmona sono molte, pronte per essere sfruttate e valorizzate, l’unica pecca è la mancata conoscenza dei frutti culturali che la nostra Terra ci offre. Prima di poter estrapolare il vero valore del turismo, bisogna promuovere e diffondere la cultura nel resto d’Italia e d’Europa.

  Sulmona intende buttarsi a capofitto a favorire della cultura, il trampolino dal quale salterà, però, è alquanto difettoso. La nostra città è stata vittima del disagio edilizio, basti pensare al plesso scolastico De Nino-Morandi. Antonella Fiordi spiega che con Sulmona Libera e Forte per Gianfranco Di Piero sindaco, si velocizzeranno i tempi di ricostruzione e afferma: “la consegna dell’Istituto Scolastico deve essere molto veloce e deve rappresentare una priorità. Per non parlare della biblioteca comunale chiusa da tanti anni. Bisogna, in più, riportare il Centro di Promozione culturale in centro storico per i ragazzi”.

In una città che giorno dopo giorno diventa sempre più anziana, urge un piano di emergenza per poter ristabilire un equilibrio e far rinascere, o perlomeno mantenere, le già fragili potenzialità in dotazione. Sulmona necessità di giovani menti, di freschezza e di innovazione.

“Bisognerà agire anche su quello che si è manifestato essere il disagio giovanile nella città. Il candidato sindaco Gianfranco Di Piero crede che i giovani siano il fulcro sul quale ruota il destino di Sulmona e proprio per questo intende creare centri di aggregazione volti a diventare un’alternativa alle serate e nottate trascorse in un bar. Alternative che fungano da stimoli dinamici. Nel nostro Programma si parla proprio di coinvolgimento giovanile proprio perché noi crediamo che i giovani debbano essere i padroni e i costruttori del proprio futuro”.

 

Chiara Del Signore

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.