Politica

Alta velocità Roma-Pescara: i parlamentari  Pd-M5s “bacchettano” Marsilio

 

 

Le dichiarazioni  rilasciate oggi del Governatore abruzzese sul voto della Commissione Bilancio della Camera  che ha bocciato un emendamento presentato da un depuro di Fdi riguardante l’alta velocità sulla Pescara-Roma non sono piaciute ai deputati abruzzesi del Pd e del M5S. In una nota diffusa questa sera, a firma della senatrice sulmonese Gabriella Di Girolamo,  si chiarisce perché l’emendamento non è stato votato  per evitare che “emendamenti strumentali che sanciscono l’ovvio siano utilizzati per fini propagandistici dal presidente di Regione Abruzzo”. Poi aggiungono un secondo aspetto “Sul piano tecnico, tra l’altro – rilevano-, Marsilio ha inviato la richiesta per presentare questo inutile emendamento il giorno dopo la scadenza dei termini, probabilmente con il solo fine di potersi concedere qualche slogan sui giornali locali”. Insomma brutta storia soprattutto per un Governatore che dovrebbe assolvere di più (e meglio) il ruolo istituzionale senza confonderlo con quello politico. Almeno la storia della nostra Regione  racconta che in passato tutti si sono sforzati di  muoversi  in questo  modo per rappresentare  al meglio gli interessi dell’intera comunità abruzzese  prima  ancora che quelli  della propria parte politica

 

Sulmona, 3 luglio-  “La maggioranza non smentisce assolutamente le affermazioni del Premier Conte sull’alta velocità Pescara-Roma, ma tutela il lavoro delle commissioni che questo Governo svolge con serietà e cura, evitando che emendamenti strumentali che sanciscono l’ovvio siano utilizzati per fini propagandistici dal presidente di Regione Abruzzo“

 “La tratta Pescara-Roma   è una priorità su cui stiamo lavorando e il presidente Marsilio lo sa bene, avendo firmato lui stesso il protocollo di intesa con Zingaretti, Mit e Rfi. Sono queste le uniche motivazioni per cui l’emendamento di Fratelli D’Italia non è stato votato“. Secca la replica dei parlamentari abruzzesi di maggioranza, alle parole del presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, seguite alla bocciatura dell’emendamento in questione.

“Sul piano tecnico, tra l’altro – aggiungono -, Marsilio ha inviato la richiesta per presentare questo inutile emendamento il giorno dopo la scadenza dei termini, probabilmente con il solo fine di potersi concedere qualche slogan sui giornali locali. Se vuole lavorare con la maggioranza di Governo – concludono – siamo disponibili, ma non consentiremo che una seria programmazione dell’opera, già nell’agenda dei lavori e all’attenzione di questo Governo, sia fagocitata dalla smania di propaganda che per il centro destra abruzzese sembra ormai l’unica strada possibile”.

 

 

 

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.