Attualità

Alla scoperta dei tesori del territorio:il Castello di Pacentro all’imbrunire/2

 

 

 

 

 

 

 

Pacentro, 9 gennaio– Il secolare castello di Pacentro,il maniero, che rappresenta una delle identità fra le più illustri del millenario paese abruzzese. In ogni momento della giornata il castello desta fascino, memorie lontane, gesta cavalleresche entrate di diritto nella storia, ma all’imbrunire l’atmosfera è ancor più affascinante, suggestiva.

Con il cielo azzurro al momento del tramonto si vivono istanti incantevoli, momenti finanche difficili da spiegare. Nel silenzio delle strade, vicoli, piazzette, ci incamminiamo nel centro storico per raggiungere il castello appartenuto nel corso della storia a varie genie fra le quali i Caldora, Cantelmo, Sanità, De Capite, Colonna, Orsini, Barberini, genie le quali rappresenteranno il feudo nel regno cui Pacentro era insito.Le torri d’avvistamento, l’ingresso del maniero, le antiche mura, rappresentano un mosaico storico di indubbio valore ed identità del paese. Il castello è protagonista anche delle rievocazioni storiche che, nel corso dell’anno, hanno luogo a Pacentro; la rocca poggia su una base a forma trapezoidale con doppia cinta di mura. Oggi si possono ammirare tre torri. Osservarlo dal basso in tutto il suo splendore ed imponenza la memoria corre lontano agli avvenimenti avvenuti all’interno della mura del castello, i quali sono la storia di Pacentro, del suo castello.

Il paese è a ridosso della montagna: da Pacentro si ha la possibilità di ammirare il panorama della valle peligna con i paesi che ne fanno parte. Il castello nel corso della notte è impreziosito anche dall’illuminazione, la quale contribuisce a renderlo maestoso. Il castello di Pacentro ha il primato d’essere uno dei più antichi d’Abruzzo per edificazione. La costruzione dei castelli prevedeva il permesso da parte del sovrano. Il periodo storico di maggior costruzione dei manieri si attesta fra il X e l’XI secolo. La luce della luna rischiara la notte bruna con l’argento stellare, il fascino lunare, conferendo al castello una realtà quasi fiabesca.

 La notte con il suo silenzio è anche momento di ricordi, emozioni d’un passato fatto di valori, tradizioni, eventi importanti. Dalle torri del maniero è possibile ammirare ancora in modo  più suggestivo il panorama della valle peligna. Guardando indietro, verso la montagna, si può ammirare il massiccio montuoso denominato della Maiella che, nel corso dell’inverno, è adornato dalla neve.Il castello di Pacentro è comunque una  testimonianza importante della  storia di un paese ricco di tradizioni, usi, costumi, dell’operosa ed onesta gente d’Abruzzo, della società civile abitante a Pacentro.

 

Andrea Pantaleo

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.