Venerdi, 10 novembre 2017

Alexander Romanowsky inaugura la 65^ Stagione Concertistica Sulmonese


2017/10/23 10:480 comments

 Sulmona, 23 Ottobre-La 64^ stagione concertistica della Camerata Musicale Sulmonese, celebre istituzione cittadina sorta nel marzo del 1953, ancora una volta si è inaugurata con un concerto di gran valore musicale ed artistico. La stagione è stata inaugurata dal Pianista Alexander Romanowsky e dall’Orchestra Sinfonica del Conservatorio L. D’Annunzio di Pescara diretta la Maestro e Direttore Roberto Molinelli.

 Come programma di sala sono state seguite di P. I. Càjkovskij il Concerto per pianoforte ed orchestra numero uno in si bemolle minore, opera numero 23, dai tempi allegro non troppo e molto maestoso, andantino semplice prestissimo, ed infine allegro con fuoco, di Roberto Molinelli il Mediterrussian Suite per pianoforte ed orchestra dai tempi tarantella, romanza, tango, eseguito nel Teatro Comunale Maria Caniglia di Sulmona in prima assoluta, di A. Dvoràk la Sinfonia numero 9 in mi minore opera numero 95 Dal Nuovo Mondo, da tempi adagio allegro molto, largo, scherzo molto vivace, allegro con fuoco, composizioni  come sempre gradite dal pubblico.

Alexander Romanowsky, considerato uno dei pianisti più famosi e accreditati al mondo, nasce nel 1984 in Ucraina e, all’età di tredici anni, si trasferisce nella nostra Italia dove compie gli studi all’Accademia Pianistica di Imola, con Leonid Margarius, considerato da Alexander Romanowsky la figura fra le più importanti ed influenti della Sua vita. Nell’anno 2009 ottiene il Diploma Artist nel Royal College of Music di Londra, proseguendo gli sudi ed il perfezionamento con Dmitry Alexeev; all’età di diciassette anni si aggiudica il primo premio nel rinomato Concorso Busoni di Bolzano. Il celebre New York Times uno dei quotidiani fra i più importanti al mondo ha definito  Alexander Romanowsky speciale sia per la Sua tecnica definita geniale, nonché per le Sue doti di encomiabile sensibilità musicale. Si è esibito con le migliori orchestre internazionali fra le quali si annoverano Royal Philharmonic, English Chamber, Hallè e Bournemouth Symphony Orchestra, l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e la Filarmonica della Scala di Milano, l’Orchestra del Teatro Mariinsky, l’Orchestra Nazionale Russa, con la NHK Symphony Orchestra, la New York Philharmonic al Bravo, la Chicago Symphony al Ravinia Festival. Alexander Romanowsky inoltre collabora in maniera stabile con Direttori del talento di Vladimir Spivakov, Valery Gergiev, Mikhail Pletnev, Antonio Pappano, Giannandrea Noseda.

Il Direttore Roberto Molinelli studia nel Conservatorio G. Rossini di Pesaro conseguendo il diploma in viola con il massimo dei voti e la lode. Suona con orchestre in qualità di solista, in duo con il pianoforte, nonché in numerose formazioni cameristiche ottenendo importanti successi e traguardi autorevoli, vincendo premi sia in Concorsi nazionali sia internazionali. Si è esibito in famose sale concertistiche italiane fra le quali si menzionano Sala Verdi e Teatro alla Scala, Teatro Comunale, Auditorium Parco della Musica, nonché in sale estere. Ha collaborato in qualità di prima viola solista con celebri orchestre sinfoniche e da camera italiane. Una Sua composizione è stata scelta inoltre per una pubblicità della Barilla come colonna sonora in onda dal 1999 al 2006. Ha diretto ed arrangiato l’Orchestra RAI del Festival di Sanremo, ed è docente di Viola al Conservatorio di Pescara.

Il Teatro Comunale di Sulmona e la Camerata Musicale Sulmonese hanno offerto  ancora una volta emozioni particolari e di gran valore culturale – musicale, grazie alla presenza di Alexander Romanowsky e dell’Orchestra Sinfonica del Conservatorio L. D’Annunzio di Pescara, diretta la Maestro e Direttore Roberto Molinelli, i quali ci hanno onorato della Loro presenza e professionalità. (h. 10,00)

Andrea Pantaleo

Leave a Reply


Trackbacks